Mal di schiena cosa fare: tutto quello che c’è da sapere

da , il

    Mal di schiena cosa fare: tutto quello che c'è da sapere

    Per molti il mal di schiena è un sintomo che può colpire in ogni momento ed essere attivo per ore o giorni e poi scomparire spontaneamente o con l’aiuto di qualche rimedio antinfiammatorio. In effetti, il mal di schiena può essere il risultato di un insolito sforzo fisico o di una posizione tenuta per troppo tempo che incide temporaneamente sui muscoli. Altre volte, invece, c’è una scarsa informazione all’origine del problema che provoca continui e ripetuti errori che si ripercuotono negativamente sulla schiena. Vediamo allora di capire cosa è necessario fare quando veniamo colpiti dal dolore alla schiena e cosa invece è meglio evitare.

    Qui sotto una serie di falsi miti da sfatare, e cose da non fare per evitare il mal di schiena:

    • Non fumare: uno studio americano eseguito su più di 5000 pazienti con mal di schiena ha dimostrato che chi aveva smesso di fumare negli 8 mesi di durata dello studio ha riportato miglioramenti nel dolore, così come chi non aveva mai fumato.
    • Non portare tacchi alti: i tacchi alti sono dannosi per la normale curvatura della schiena, perché costringono ad attuare tutta una serie di compensazioni per evitare di cadere in avanti. Questo porta a soffrire di mal di schiena. Spesso il consiglio è quello di non eliminare completamente le scarpe col tacco, infatti portare scarpe con la suola completamente piatta sarebbe un’ulteriore causa di mal di schiena, ma di evitare quelle con un tacco superiore ai 5 centimetri.

    Qui ancora invece riportiamo qualche consiglio sul cosa fare per prevenire fastidiosi dolori alla schiena:

    • Tenere sotto controllo lo stress: lo stress può essere uno dei maggiori responsabili del mal di schiena. In molti casi, infatti il dolore alla zona lombare e alle spalle deriva da tensioni emotive mal gestite, che irrigidiscono la muscolatura. Per evitare problematiche del genere è importante tenere sotto controllo lo stress e praticare corsi di yoga, pilates, meditazione e training autogeno.
    • Praticare una corretta respirazione: avete mai pensato come la respirazione influisca sulla vostra schiena? Se contro il dolore avete provato di tutto, forse è il caso di cambiare tecnica di respirazione. Infatti, molto probabilmente fate parte di quella larga maggioranza di persone che buttano fuori l’aria senza far muovere la pancia. La respirazione diaframmatica, o addominale, oltre a svolgere una funzione essenziale per l’organismo, contribuisce a ridurre la pressione esercitata sulla colonna vertebrale e scioglie le tensioni accumulate. Per eseguirla basterà inspirare profondamente dal naso, contraendo l’addome, e rilasciare lentamente l’aria dalla bocca, svuotando insieme la pancia.
    • Cambiare spesso posizione: assumere delle posizioni e mantenerle per molto tempo causa sicuramente un doloroso mal di schiena. Sia da seduti che in piedi, i muscoli e le varie strutture della colonna vertebrale risentono della sedentarietà e dello sforzo fisico. Per eliminare tale problema è quindi necessario cambiare posizione almeno ogni ora, alzandosi in piedi e camminando se seduti, oppure cambiando gamba d’appoggio o avvicinarsi a un sostegno se in piedi.
    • Affidarsi al calore: la terapia del calore rimane uno dei validi rimedi e per alleviare il mal di schiena. Non dimenticare mai di fare lunghi bagni o docce calde per aiutare i muscoli a rilassarsi e distendersi e per alleviare le tensioni della giornata. La temperatura deve raggiungere i 40°C, solo a questi livelli (temperatura terapeutica) infatti i muscoli traggono davvero beneficio dal calore. Questo infatti penetra in profondità e consente di ripristinare il normale benessere dei muscoli. Per testare i vantaggi della termoterapia, clicca qui.
    • Allungare i muscoli ogni mattina: se i muscoli perdono la loro flessibilità, possono di frequente essere soggetti a stiramenti, strappi e contratture. Prevenire i dolori alla schiena è possibile attraverso esercizi di allungamento effettuati in modo costante tutti i giorni, senza sottoporsi a particolari sforzi fisici. Servono, infatti, solo 10 minuti ogni mattina, e se possibile anche la sera prima di andare a dormire, per prendersi cura di sé e della propria schiena. Ecco come: 1. da seduti, con le gambe allungate di fronte, abbassare in avanti il busto cercando di toccare con la punta delle mani quelle dei piedi, mantenendo la posizione per un paio di minuti 2. con le ginocchia a terra, sedersi sui talloni, avvicinare la fronte al pavimento, fino a toccarlo, e allungare le braccia avanti distendendole completamente. Tornare alla posizione iniziale e ripetere nuovamente l’esercizio 3. da sdraiati a pancia in su, avvicinare le ginocchia al busto afferrandole con le mani. Dondolarsi dolcemente sui lombari, lentamente a destra e a sinistra, per un minuto, in modo da massaggiare la zona bassa della schiena