Lussazione spalla: intervento, riabilitazione e tempi di recupero

Lussazione spalla: intervento, riabilitazione e tempi di recupero

L’intervento per rimediare alla lussazione della spalla in genere viene fatto ricorrendo all’artroscopio

da in Articolazioni, In Evidenza, Interventi Chirurgici, News Salute, Ossa, Riabilitazione
Ultimo aggiornamento:

    lussazione spalla

    La lussazione della spalla si verifica quando, per esempio a causa di una forte contusione, la testa dell’omero fuoriesce dalla propria sede e non riesce a ritornarvi in modo spontaneo. In particolare si parla di lussazione anteriore quando l’omero subisce una deviazione in avanti e in basso e di lussazione posteriore, non molto frequente e più complessa.

    Lussazione spalla: l’intervento chirurgico
    lussazione spalla intervento
    L’intervento chirurgico a cui si ricorre nel caso della lussazione della spalla in genere viene effettuato ricorrendo all’artroscopio. Si tratta di uno strumento che viene inserito all’interno della spalla e che, tramite un telescopio dotato di una minuscola telecamera, permette di vedere l’articolazione, in modo che si possa procedere alla riparazione del legamento che si è distaccato. Di solito vengono utilizzati dei fili di sutura per fissare il legamento all’osso. Nei casi più gravi si deve ricorrere alla chirurgia aperta, che comporta un’incisione sulla cute. Lo scopo è sempre quello di fissare il legamento con i fili di sutura. Interventi chirurgici d’altronde sempre più sicuri. In questo senso non dobbiamo dimenticare che i robot costituiscono una novità importante nel campo della chirurgia.

    Lussazione spalla: riabilitazione a cui ricorrere
    lussazione spalla riabilitazione
    La riabilitazione in seguito alla lussazione della spalla può essere distinta determinate fasi, anche se va valutata di volta in volta la situazione di ogni singolo paziente.

    In generale si deve tenere presente che la prima fase prevede il recupero del movimento, mettendo l’accento soprattutto sulla postura corretta e sul tono muscolare. Nella seconda fase viene messa in atto un’azione di rinforzo di muscoli che non interessano la spalla, come ad esempio quelli del torace, dell’addome e degli arti inferiori. La terza fase del percorso riabilitativo consiste nel recupero della sequenza di tutti i movimenti che vengono messi in atto nella vita quotidiana e nello sport. Magari per la riabilitazione ci si potrebbe affidare al robot fisioterapista.

    Lussazione spalla: tempi di recupero
    lussazione spalla tempi di recupero
    I tempi di recupero dopo un intervento in seguito alla lussazione della spalla sono rapportabili ai risultati apprezzabili dell’operazione, che interessano il 95% dei pazienti, consentendo loro di ritornare a svolgere le consuete attività di ogni giorno e la pratica sportiva, senza essere sottoposi al rischio di incorrere in altre lussazioni. Per guarire completamente dopo l’intervento occorre un periodo che in media è compreso tra 45 e 180 giorni. Dopo 2 o 4 settimane si può ricominciare a portare avanti esercizi che rientrano nell’ambito di un’attività fisica leggera finalizzata al benessere individuale, nonostante ad esempio gli Italiani facciano troppo poco sport.

    Se volete saperne di più sulla lussazione della spalla e sulle articolazioni in generale, ecco qualche articolo che potrebbe esservi utile:

    Salute: un integratore per preservare le articolazioni
    Articolazioni: rischi sulle piste da sci, consigli dell’esperto
    Articolazioni: effettuato in Italia il primo trapianto di spalla
    Diagnostica: la risonanza magnetica “mini” per le articolazioni

    741

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArticolazioniIn EvidenzaInterventi ChirurgiciNews SaluteOssaRiabilitazione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI