Lussazione anca: cause, sintomi e guarigione

Lussazione anca: cause, sintomi e guarigione

La lussazione all’anca si manifesta con sintomi specifici come dolore e gonfiore

da in Articolazioni, Ossa
Ultimo aggiornamento:

    lussazione anca cause sintomi guarigione

    La lussazione all’anca si verifica quando si ha un allontanamento degli elementi ossei che compongono l’articolazione. Nello specifico accade che la testa del femore fuoriesce dalla propria sede naturale. In riferimento alle cause, si deve operare una distinzione fra lussazione congenita e traumatica. In ogni caso i sintomi appaiono come caratteristici, presentandosi come dolore, gonfiore e impossibilità nel compiere determinati movimenti. Per favorire la guarigione, i trattamenti da applicare sono differenti a seconda delle ragioni che stanno alla base del fenomeno. Nel caso di un trauma, ad esempio, si deve predisporre un intervento di riduzione della lussazione.

    Le cause

    Le cause della lussazione all’anca possono essere individuate nel carattere congenito o traumatico del processo che interessa l’articolazione. Nel primo caso si parla di displasia dell’anca. Il tutto può essere ricondotto alla formazione e allo sviluppo anomali delle ossa nel periodo prenatale. La conseguenza consiste proprio in una dislocazione della testa del femore che si manifesta nel neonato.

    Nel caso di un trauma, è necessario che avvenga un impatto piuttosto forte. Non bisogna infatti dimenticare che i legamenti delle grandi articolazioni sono robusti e quindi, per mettere in atto la perdita dei rapporti articolari, bisogna ritrovarsi in presenza di una pressione molto elevata. Ecco perché spesso le lussazioni traumatiche sono accompagnate da lacerazioni o stiramenti e danni alle strutture nervose e vascolari.

    Si può avere anche un processo patologico, che si verifica in seguito a malattie specifiche, come, per esempio, l’artrite o la poliartrite reumatoide o una paralisi a carico di alcuni gruppi muscolari. Il problema è a carico soprattutto dell’adulto.

    In ogni caso nell’anziano si tratta di una condizione non frequente, visto che il tutto può avere come conseguenza più diretta una frattura del femore.

    I sintomi

    I sintomi della lussazione all’anca sono rappresentati principalmente dal dolore e dal gonfiore, con segni di travaso di sangue. La sensazione dolorosa compare improvvisamente ed è pungente, diventando più acuta in seguito alla palpazione. L’articolazione appare deformata e il soggetto si ritrova impossibilitato a compiere normalmente i movimenti che implicano il coinvolgimento delle teste ossee in questione. La zona interessata si distingue per un certo intorpidimento.

    La guarigione

    La guarigione della lussazione all’anca, se congenita, può anche avvenire in maniera spontanea nel corso dei primi tre mesi di vita, se il danno è lieve. Il processo di normalizzazione ossea può essere favorito mediante l’applicazione di un tutore a mutandina. A volte potrebbe essere necessario ricorrere anche ad un divaricatore, per promuovere il centramento delle anche o ad un’ingessatura.

    Se si è in presenza di una lussazione traumatica si deve eseguire un intervento chirurgico in anestesia totale, perché le operazioni da eseguire sono complesse e si ha bisogno che i muscoli siano completamente rilassati. Possono essere fatti anche più interventi, scegliendo carichi crescenti per la trazione dell’osso.

    Si devono eliminare i frammenti ossei e si devono risolvere gli eventuali problemi di lacerazione di tessuti e di vasi sanguigni con le conseguenti difficoltà di irrorazione. Viti, placche, protesi artificiali possono completare il quadro dell’intervento, specialmente se la lussazione è accompagnata da una frattura scomposta.

    I farmaci analgesici e antinfiammatori possono rivelarsi utili nel trattamento prima e dopo l’operazione. Segue a quest’ultima un’adeguata fisioterapia per il recupero funzionale.

    669

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArticolazioniOssa
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI