Lo spuntino pre nanna: definizione e cosa bisogna mangiare

da , il

    spuntino pre nanna definizione cosa bisogna mangiare

    Lo spuntino pre nanna: vediamo la definizione di questo pasto e cosa bisogna mangiare. Si tratta di un pasto secondario, l’ultimo della giornata, che viene consumato generalmente prima di addormentarsi. Alcuni non lo ritengono affatto una buona abitudine alimentare, perché prima del sonno l’organismo non avrebbe bisogno di altre cariche energetiche, considerando che il fabbisogno nutrizionale viene assicurato già dalla cena. In molti casi il ricorso a questo spuntino potrebbe risultare utile.

    Per chi pratica sport

    Per chi pratica sport sarebbe molto importante non ricorrere alle abbuffate, ma dividere le porzioni in piccoli pasti. Il nostro organismo è capace di elaborare in modo più corretto i cibi, quando questi vengono suddivisi in più momenti. Ecco perché chi pratica sport e ha un dispendio energetico molto elevato potrebbe aver bisogno di mangiare dell’altro dopo la cena, per un maggior apporto calorico, senza mettere in difficoltà l’apparato digerente. Si può mangiare di tutto, evitando i cibi spazzatura.

    Per chi è in sovrappeso

    Chi è in sovrappeso tende a consumare pasti abbondanti. Questi ultimi provocano una produzione di insulina molto elevata. Il risultato consiste in un deposito di grassi che fa male alla salute. Per questi motivi la riduzione di pasti abbondanti e uno spuntino pre nanna potrebbero risultare utili nella gestione dello stimolo dell’appetito e, quindi, nell’ambito di un processo di dimagrimento. E’ possibile mangiare frutta con buccia, cereali integrali, latte e derivati.

    Per chi ha il diabete

    Lo spuntino pre nanna riesce a regolare anche la quantità di zuccheri nel sangue, evitando i picchi di glicemia. Sarebbe molto utile mangiare soprattutto la frutta (tranne banane, cachi, fichi e uva) o i semi oleosi.

    Per chi ha disturbi gastrici

    Lo spuntino pre nanna è d’aiuto anche a chi soffre di bruciore allo stomaco e di reflusso gastroesofageo. Anche in queste situazioni è sconsigliabile fare dei pasti abbondanti, quindi si potrebbe ridurre la cena e inserire uno spuntino prima di addormentarsi, migliorando la salute dello stomaco. Sarebbe molto importante ridurre l’apporto di alimenti proteici, privilegiando la frutta fresca, che non impegna tanto l’apparato gastrointestinale.

    Per i culturisti

    Chi pratica il culturismo potrebbe avere la necessità di una carica energetica in più. Soprattutto l’organismo in queste situazioni avrebbe bisogno di essere rifornito in maniera costante di proteine. Lo spuntino pre nanna potrebbe obbedire a questa esigenza, soprattutto ricorrendo al consumo di tonno in scatola o di fiocchi di latte.