Lipedema: sintomi, cause e terapia

Lipedema: sintomi, cause e terapia
da in Disturbi, Gambe
Ultimo aggiornamento:

    lipedema sintomi cause terapia

    Lipedema: quali sono i sintomi, le cause e la terapia a cui fare ricorso? Si tratta di un anomalo accumulo di tessuto adiposo che interessa gli arti inferiori. Nello specifico la zona dell’accumulo riguarda le cosce, i glutei, le gambe e i polpacci. A causa di questa condizione gli arti sembrano gonfi e molli. E’ un disturbo che risulta essere più frequente nelle donne. Probabilmente un ruolo non secondario spetta agli ormoni femminili, visto che il lipedema si manifesta soprattutto in alcuni periodi come la menopausa, la gravidanza o la prima mestruazione.

    Il lipedema è accompagnato da diversi sintomi, che sono ampiamente visibili sugli individui affetti dal problema:

    • gonfiore – gli arti inferiori appaiono gonfi, a partire dalla coscia fino ad arrivare alle caviglie;
    • ematomi – sugli arti inferiori si ha la tendenza a formare ematomi, a causa della dilatazione dei piccoli vasi sanguigni;
    • dolore – si riscontra una sensazione dolorosa al tatto.

      Possono formarsi anche dei noduli sotto la pelle dolorosi;

    • cellulite – nelle zone interessate dal lipedema si ha una perdita di elasticità cutanea e appaiono i segnali tipici della cellulite;
    • affaticamento – le persone colpite dal lipedema manifestano una sensazione di stanchezza e di affaticamento. La loro motilità tende a ridursi progressivamente.

    La ricerca scientifica non è riuscita ancora ad individuare le cause esatte del lipedema. Vengono ipotizzati una correlazione con l’azione degli ormoni femminili e l’ereditarietà. Fattori di rischio sono la sedentarietà, una dieta scorretta e il mantenere la postura eretta a lungo.

    Diverse sono le strategie terapeutiche che il medico può suggerire, per alleviare i sintomi connessi al lipedema:

    • tenere sotto controllo il peso – può essere consigliabile monitorare il proprio peso corporeo nel tempo e praticare attività fisica regolare, per evitare l’aumento del tessuto adiposo;
    • integratori naturali – alcuni integratori naturali, come quelli a base di ananas o di betulla, possono essere utili perché aiutano a drenare i liquidi;
    • calze a compressione graduata – potrebbe essere importante utilizzare sulle gambe delle calze a compressione graduata, per favorire la circolazione;
    • pressoterapia – si eseguono delle sedute con una macchina che effettua una sorta di massaggio sulle gambe, per stimolare la circolazione;
    • fisioterapia – il trattamento consiste nell’applicazione del laser per migliorare la microcircolazione;
    • liposuzione – nei casi più gravi il medico potrebbe consigliare l’intervento di liposuzione, per rimuovere il tessuto adiposo in eccesso.

    517

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisturbiGambe
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI