Lettura: funziona come il “T9″ dei telefonini

Lettura: funziona come il “T9″ dei telefonini

Il cervello umano nella lettura funziona come il "T9" dei telefonini: si tratta di un processo che avviene in automatico, per cui la composizione delle parole avviene man mano in modo che si possano prevedere già da alcune lettere

da in Bambini, Cervello, Linguaggio, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Il cervello e l’apprendimento della lettura, un fatto che solo di recente gli studiosi sono andati ad analizzare, scoprendo che il nostro cervello funziona, nella lettura e nella scrittura, un pochino come il metodo del “T9” per comporre gli SMS. Sarà un caso? Secondo gli studiosi no, i due fatti hanno attinenza.

    Il cervello umano, nel processo di alfabetizzazione, fa funzionare l’area del linguaggio come il T9 funziona sui telefonini. Il risultato è semplice, dopo la formazione delle prime parole piano piano il cervello elabora le altre parole, in modo da comporre un discorso.

    I ricercatori hanno compreso così che l’area del linguaggio funziona attivandosi piano piano componendo le parole una a una, lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Nature”. Il progetto è stato realizzato grazie allo studio su una comunità di adulti, che ha imparato la lettura in età adulta, in modo da rendere più chiaro come il cervello funziona.

    Nei bambini infatti non è sempre facile capire come avviene l’apprendimento della lettura, perché sono soggetti a tante altre dinamiche che rendono difficile l’interpretazione della loro naturale predisposizione al leggere, inoltre sono sottoposti a numerosi altri stimoli che li rendono suscettibili a processi mentali di varia natura.

    Gli esperti però, confrontando la lettura delle attività del cervello adulto attraverso esami della risonanza magnetica, hanno scoperto che questi uomini, guerriglieri delle montagne, che hanno imparato a leggere da adulti, attivando la materia grigia compongono le parole in modo semi automatico, costruendole via-via in maniera sempre più automatica.

    312

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniCervelloLinguaggioNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI