Lenti a contatto al mare e in piscina: istruzioni per l’uso

Lenti a contatto al mare e in piscina: istruzioni per l’uso

Le lenti a contatto al mare e in piscina richiedono il rispetto di determinate istruzioni: indossare gli occhialini in acqua, non strofinare in caso di sabbia nell’occhio, l’igiene

da in Benessere, Occhi, Prevenzione, Lenti-Contatto, occhiali
Ultimo aggiornamento:

    lenti a contatto al mare e in piscina istruzioni uso

    Le lenti a contatto al mare e in piscina possono rappresentare un problema, se non si seguono le giuste istruzioni. In estate molti amano fare un tuffo in acqua, ma alcuni non rinuncerebbero mai alle loro lentine. Eppure ricordiamoci che durante l’estate coloro che utilizzano le lenti a contatto sono anche i più predisposti a contrarre infezioni o a incorrere in lesioni alla cornea, per la cattiva abitudine di non togliersi le lenti a contatto quando è il momento di fare il bagno. E allora che cosa fare concretamente?

    Gli esperti raccomandano che, se proprio non si vuole rinunciare alle lenti a contatto in acqua, sarebbe meglio almeno indossare gli occhialini, in modo che si eviti il contatto diretto fra la lente e l’acqua. Questo contatto, in effetti, potrebbe determinare delle alterazioni nell’idratazione della lente: il pericolo è quello di un’irritazione agli occhi, che facilmente può aprire le porte alla congiuntivite.

    Inoltre non bisogna dimenticare che alcune sostanze chimiche disciolte nell’acqua, come, ad esempio, il cloro, possono causare differenti problemi: occhi rossi, lacrimazione, ipersensibilità alla luce. Tra l’altro anche l’eccessiva esposizione al sole potrebbe essere fonte di disturbi. Ecco perché è fondamentale, una volta usciti dall’acqua, indossare degli occhiali da sole con filtro uv.

    Qualche problema può essere determinato anche dalla sabbia. Può capitare che qualche granello vada dentro gli occhi, situandosi fra l’occhio e la lente. In casi come questi non bisogna strofinare, perché altrimenti si aumenta il rischio di escoriazioni, visto che la sabbia potrebbe ferire la cornea.

    E’ importante, invece, lasciare che il nostro corpo metta in atto i propri meccanismi di difesa, in maniera naturale: sarà la lacrimazione a far uscire il corpo estraneo. Al limite è necessario togliere la lente a contatto e mettere l’occhio sotto un getto di acqua corrente, sempre senza strofinare.

    Nel momento in cui ci si rimette la lente, bisogna lavarla per bene, mentre è utile assolutamente non scambiarsi gli asciugamani, per evitare diffusioni di infezioni. Per proteggere gli occhi, è infatti essenziale l’igiene, in particolare quella che riguarda le lenti, a meno che non usiamo quelle usa e getta.

    Prima di pulire le lenti a contatto le mani devono essere lavate. Le lentine devono essere sempre inserite negli appositi contenitori e bagnate con le soluzioni adatte. Naturalmente non bisogna commettere l’errore di non rispettare le scadenze: le lenti vanno sostituite alla data indicata, anche se le abbiamo utilizzate poche volte.

    495

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereOcchiPrevenzioneLenti-Contattoocchiali
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI