Le visite mediche dopo l’estate vedono l’aumento di quelle ginecologiche

Le visite mediche dopo l’estate vedono l’aumento di quelle ginecologiche

Le visite mediche dopo l'estate vedono l'aumento di quelle ginecologiche

da in Adolescenti, Ginecologia, Gravidanza, Malattie sessualmente trasmissibili, Primo Piano, Salute Donna, Visite mediche
Ultimo aggiornamento:

    visite mediche ginecologiche

    Le visite mediche dopo l’estate vedono l’aumento di quelle ginecologiche. Si tratta di un fenomeno che è tipico del mese di settembre, quando si ritorna dalle vacanze. Naturalmente il tutto è da rapportare alla avventure occasionali che i giovani e gli adolescenti possono concedersi spinti dal divertimento caratteristico delle vacanze.

    Un sondaggio condotto dalla Sigo a questo proposito mette in evidenza che si può tornare dalle vacanze con una gravidanza non programmata o con una malattia sessualmente trasmissibile. Il problema consiste in modo particolare nello scarso ricorso che viene fatto ai contraccettivi. A volte è il dubbio a prevalere. Contraccettivi: quale scegliere? Eppure basterebbe consultare il proprio medico di fiducia, vincendo la possibile sensazione di imbarazzo.

    Nonostante in molti dichiarino di sapere tutto sulla pillola anticoncezionale, gli ultimi dati in materia sono piuttosto chiari proprio riguardo al contrario. Infatti solo il 14,3% delle donne utilizza la pillola. Ma i contraccettivi in generale sono usati ancora poco. Proprio per affrontare questa emergenza la Società italiana di ginecologia e ostetricia ha avviato una campagna di informazione e di sensibilizzazione sulla questione e sulle sue correlazioni con il partire per le vacanze.

    D’altronde solo facendo leva sul suscitare la consapevolezza dei più giovani sull’argomento si potrebbero ottenere i risultati sperati: l’uso della ragione che deve spingere a proteggersi in modo adeguato nel momento in cui si decide di avere dei rapporti occasionali. Neanche l’atmosfera gioiosa e leggera dell’estate deve far abbassare la guardia nei confronti della tutela della salute.

    324

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AdolescentiGinecologiaGravidanzaMalattie sessualmente trasmissibiliPrimo PianoSalute DonnaVisite mediche
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI