Le patologie della pelle potranno essere curate grazie alle nanoparticelle

Le patologie della pelle potranno essere curate grazie alle nanoparticelle

Uno studio condotto all'Università statunitense di Rochester ha scoperto l’importanza delle nanoparticelle come futura terapia per trattare patologie della cute, importanti e gravi come il melanoma metastatico

da in Farmaci, Malattie, Ricerca Medica, Terapie, Tumori
Ultimo aggiornamento:

    patologie pelle nanoparticelle

    Le nanoparticelle rappresentano le future terapie, infatti, grazie a queste si potranno curare anche le patologie cutanee. Le nanotecnologie, secondo gli studiosi, potranno offrire al campo della dermatologia un aiuto importantissimo. Sino ad ora vengono impiegate nell’industria cosmetica, ma al più presto occuperanno un posto importante come terapie dermatologiche. Grazie alle loro minuscole dimensioni e alle loro caratteristiche fisiche le nanoparticelle rappresentano i rimedi terapeutici ideali.

    Il recente studio, pubblicato sul Journal of Investigative Dermatology, che si è occupato di ciò, è stato condotto dai ricercatori dell’Università statunitense di Rochester, guidati dalla dottoressa Lisa DeLouise, ingegnere biomedico. Secondo la ricerca le nanoparticelle che rivestono un ruolo importante in dermatologia sono i liposomi, piccole vescicole costituite da due strati lipidici di origine naturale o sintetica. L’importanza dei liposomi e delle nanosfere è dovuta alla loro capacità di trasportare i principi attivi dei farmaci e delle terapie geniche all’interno delle cellule della pelle.

    Infatti, per ottenere un risultato terapeutico è necessario oltrepassare lo strato corneo, giungere nelle cellule, ed esplicare l’azione terapeutica.

    Per quali patologie potranno essere usate le nanoparticelle? Sicuramente la cura dei tumori è una delle priorità, ma anche il trasporto di antibiotici, vaccini o sostanze immunomodulanti. Il melanoma metastatico, è una delle neoplasie più gravi e pericolose, che potranno, speramo gli studiosi, essere curate mediante la nanotecnologia. Grazie alla grande capacità di oltrepassare lo strato corneo, le nanoparticelle, rappresentano una speranza per tutti i pazienti affetti da patologie così gravi. Oltre ad un trasporto diretto e specifico si avrà anche una riduzione degli effetti collaterali e di interessamenti dei tessuti sani circostanti.

    337

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN FarmaciMalattieRicerca MedicaTerapieTumori
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI