Le nuove dipendenze da internet: le strategie per la prevenzione

Le nuove dipendenze da internet: le strategie per la prevenzione

Le nuove dipendenze da internet possono essere oggetto di un’adeguata prevenzione

da in Dipendenze, Psichiatria, Psicologia, Salute mentale
Ultimo aggiornamento:

    nuove dipendenze internet

    A buon diritto si può parlare di nuove dipendenze da internet: la rete ha introdotto un nuovo modo di comunicare che ha degli effetti non indifferenti nella sfera psicologica e affettiva dell’individuo. Se la semplice navigazione su internet si trasforma in una dipendenza, attraverso troppe ore trascorse sul web o attraverso lo stabilire relazioni virtuali che mettono a rischio il contatto con la realtà, si possono avere delle conseguenze considerevoli in termini di salute mentale. Tuttavia è possibile adottare delle apposite strategie per la prevenzione di tutto ciò. Vediamole insieme.

    I consigli per i genitori

    Navigare su internet può rappresentare un ottimo strumento educativo, ma è bene che i genitori siano consapevoli del fatto che è opportuno accompagnare i più piccoli in questo processo. Tra l’altro i genitori devono prestare attenzione al fatto che la vita virtuale non comporti da parte dei bambini la rinuncia alle relazioni di amicizia reali, alle attività sociali e a quelle sportive.

    Molto utile è quindi riuscire a stabilire insieme ai figli un tempo massimo da trascorrere su internet. Per evitare ogni forma di dipendenza o di disagio psicologico, è bene assicurarsi che i giochi che i più piccoli scaricano da internet non abbiano contenuti violenti. Inoltre è opportuno abituare i bambini a visitare determinati spazi web adatti alla loro età e a sviluppare un certo senso critico nei confronti di tutto ciò che possono rintracciare in rete.

    Prevenire la ludopatia

    La ludopatia può essere considerata a tutti gli effetti una dipendenza da tutto ciò che rientra nel gioco d’azzardo online. Si calcola che sono un milione gli italiani che devono fare i conti con questo problema. Lo stesso ministro della Salute Renato Balduzzi è intervenuto sulla questione ed ha assicurato che la ludopatia sarà inserita nell’aggiornamento dei livelli essenziali di assistenza, in modo da assicurare un adeguato percorso di prevenzione, di cura e di riabilitazione.

    In effetti dobbiamo ricordare che è importante prevenire e curare, anche perché la dipendenza da internet causa depressione e aggressività. In particolare gli esperti si stanno chiedendo come curare la dipendenza da Facebook.

    Secondo il ministro della Salute la ludopatia va curata come se fosse una vera e propria malattia e l’intenzione è quella di discutere con le regioni, per arrivare a mettere a punto delle diagnosi personalizzate e dei protocolli terapeutici che valgono a livello nazionale. Per curare la dipendenza da internet esiste già un centro specialistico al Gemelli di Roma.

    I rimedi per non vivere in simbiosi con il computer

    La simbiosi con il computer non rappresenta affatto un motivo di adeguato equilibrio psicofisico. Per questo si possono adottare degli appositi rimedi per evitare la passività durante la fruizione dei contenuti digitali. Bastano semplici accorgimenti, come una sedia regolabile, l’illuminazione naturale, la giusta disposizione di tastiera e monitor, l’adeguata posizione del mouse.

    Inoltre è bene ricordarsi di fare una pausa almeno ogni quindici minuti, alzandosi e camminando un po’, anche per allontanare i possibili danni derivanti dal campo elettromagnetico.

    Chi vuole approfondire l’argomento delle nuove dipendenze da internet può leggere anche i seguenti articoli:

    Dipendenze: per i ragazzi aumenta quella da internet
    Psichiatria: dipendenza da Internet, ma c’è chi ci specula!
    Adolescenti: dipendenza da internet mette in crisi i genitori

    682

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DipendenzePsichiatriaPsicologiaSalute mentale
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI