Le malattie reumatiche rendono la vita quotidiana molto difficile

Uno studio tutto italiano ha coinvolto circa 743 pazienti da vari centri reumatologici italiani, sottolineando quanto le malattie reumatiche provochino delle serie difficoltà quotidiane

da , il

    malattie reumatiche vita quotidiana

    La vita quotidiana dei pazienti affetti da malattie reumatiche è messa a dura prova dalla patologia. In molti casi non riescono a svolgere le normali azioni domestiche nonché della propria persona, come vestirsi, alzarsi dal letto, lavarsi, pettinarsi. Oltre che nel privato i problemi si estendono anche sul lavoro, anche perché molti dei pazienti affetti da patologie reumatiche sono giovani ed in piena attività lavorativa. Un problema serio da non sottovalutare.

    Non possiamo neanche immaginare quanti sono i giovani che svolgono un lavoro a soffrirne: secondo alcuni studi statistici 1 paziente su 3 non riesce ad essere efficiente, 1 su 10 si è dovuto assentare dal posto di lavoro per diversi giorni, e purtroppo, circa l’8% degli intervistati ha ammesso di aver dovuto abbandonare il posto di lavoro per le difficoltà incontrate a causa della malattia. Uno studio, tutto italiano, su base scientifica, sottolinea questo grave disagio. La ricerca, chiamata RAPSODIA, è stata condotta dagli studiosi, guidati dal dottor Roberto Giacomelli, direttore del Dipartimento di Reumatologia dell’Università dell’Aquila, ed ha coinvolto 743 pazienti, provenienti da 16 centri di reumatologia italiani. Tra le patologie considerate: la spondilite anchilosante, l’artrite reumatoide e l’artrite psoriasica.

    I risultati hanno sottolineato che due pazienti su tre provano delle grosse difficoltà a convivere con la malattia, il 43% non riesce a riposare e a dormire in modo adeguato, e il 25% non riesce più a vestirsi da solo. Per evitare questo stato di invalidità parziale sono necessarie la diagnosi e le cure precoci. Le terapie biologiche, innovative, sia secondo gli specialisti, ma soprattutto, secondo i pazienti coinvolti nello studio, sono quelle che riescono a mantenere sotto controllo la malattia reumatica. Le cure tempestive potrebbero rallentare il processo patologico e l’invalidità conseguente.