Le fibre: cosa sono e a cosa servono?

Le fibre: cosa sono e a cosa servono?

Cosa sono e a cosa servono le fibre? Scopriamo insieme perché sono importanti e vanno integrate nella nostra dieta

da in Alimentazione, Fibre
Ultimo aggiornamento:

    Bean salad

    Cosa sono e a cosa servono le fibre? Le fibre appartengono ad una classe di alimenti privi dei valori nutrizionali classici: non si possono, infatti, considerare dei nutrienti ma sono, comunque, importanti a livello funzionale e metabolico per il nostro organismo. Cosa sono e a cosa servono nel dettaglio, quindi, le fibre? Scopriamo insieme perché sono importanti e vanno integrate nella nostra dieta.

    Cosa sono

    Le fibre si trovano negli alimenti vegetali e, nello specifico, nella loro parte dura o filamentosa; quella che il nostro organismo ha difficoltà a digerire: si trovano, ad esempio, nei legumi – come lenticchie, fagioli, piselli, ceci e fave – nelle verdure e negli ortaggi – come melanzane, carciofi, carote, funghi, finocchi e cavoli – nei cereali e nei loro derivati – come pane e pasta – nella frutta fresca – tra cui mele, pere, banane, kiwi, fichi e lamponi – e nella frutta secca dalle molte proprietà nutritive, tra cui mandorle, nocciole e noci. Non esiste, inoltre, un solo tipo di fibra: questa si può distinguere, infatti, in solubile ed insolubile e, di seguito, vedremo le loro funzioni e le proprietà benefiche che sono capaci di apportare al nostro organismo.

    A cosa servono

    Nonostante le difficoltà del nostro organismo nel digerirle, le fibre sono molto importanti, in quanto contribuiscono all’aumento del senso di sazietà, migliorano la funzionalità intestinale ed i livelli di colesterolo e contribuiscono alla prevenzione di tumori al colon-retto, diabete e malattie cardiovascolari.

    Assumere fibre insolubili e bere molta acqua aiuta a dimagrire, grazie alla sensazione di sazietà che ciò procura ed è, dunque, un ottimo modo per perdere peso e migliorare la propria funzionalità intestinale per un intestino più pulito ed una pancia più sgonfia. Mangiare alimenti ricchi di fibre solubili aiuta, poi, la crescita di batteri utili nel colon – a discapito di quelli dannosi – e regola, inoltre, l’assorbimento di grassi e zuccheri ed il loro livello nel sangue prevenendo, di fatto, malattie come il diabete e quelle cardiovascolari. Le fibre solubili – presenti in frutta e legumi – si occupano, quindi, di abbassare i livelli di colesterolo e di diminuire la glicemia; mentre le fibre insolubili – presenti in verdure, ortaggi e cereali – aiutano la funzionalità intestinale, contribuiscono ad un minor assorbimento di grassi e calorie e svolgono un’azione anticancerogena e disintossicante. Un’alimentazione sana e ricca di frutta, verdura, legumi, cereali – soprattutto, integrali – è il segreto di benessere e felicità, oltre che il miglior modo per garantire il giusto apporto di fibre nella propria dieta: l’unica regola è quella di variare le fonti per avere il giusto apporto nutrizionale.

    528

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneFibre
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI