Le donne devono fare più attenzione alla salute del loro cuore

Le donne devono fare più attenzione alla salute del loro cuore

La Società Italiana di Cardiologia Invasiva (Gise) ha promosso uno studio multicentrico che evidenzierà il rischio cardiaco che le donne, soprattutto durante la menopausa, presentano

da in Cuore, Malattie cardiovascolari, Menopausa, News Salute, Prevenzione, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    donne attenzione salute cuore

    Il cuore delle donne dovrebbe essere più sotto controllo, soprattutto, quando entrano nel periodo della menopausa. Purtroppo in questo periodo sono più delicate per il cambiamento dei livelli ormonali; infatti, sino a quanto le donne sono in età fertile, il loro cuore è protetto, e non si preoccupano di eseguire nessun controllo. Secondo degli studi italiani queste ultime sarebbero più a rischio di danni cardiaci e cardiovascolari rispetto agli uomini.

    L’allarme è stato lanciato da uno studio multicentrico, promosso dall’equipe di esperti della Società Italiana di Cardiologia Invasiva (Gise) e guidati dal dottor Giulio Guagliumi. I dati che giustificano quanto le donne sono più a rischio degli uomini per quanto riguarda l’infarto o altri danni cardiovascolari sono stati presentati durante l’evento “Aperitivo del cuore” che si è tenuto a Milano martedì scorso. Per aiutare le donne a scoprire in anticipo qualche problema cardiaco che potrebbe scaturire in una patologia ben più grave, la Società Italiana di Cardiologia Invasiva darà il via ad un progetto, chiamato Octavia, usando l’OCT (tomografia a coerenza ottica) che permetterà di visualizzare l’interno della coronaria e il suo stato.


    Questo studio verrà condotto su pazienti provenienti da 14 centri italiani ed i primi risultati verranno comunicati già nella prima metà del 2012. Grazie a queste ricerche si potranno evidenziare le differenze tra uomini e donne per quanto riguarda il rischio di infarto e patologie cardiache, e sensibilizzare ancora di più tutte le pazienti ad un controllo cardiologico prima dei 50 anni, appena accusano qualche problema o dolore al petto; nonostante siano maggiormente resistenti rispetto agli uomini è necessario che non sottovalutino la gravità dei disturbi cardiaci, purtroppo, molte volte fatali.

    340

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuoreMalattie cardiovascolariMenopausaNews SalutePrevenzioneSalute Donna
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI