Le cause e i rimedi per il torcicollo

Le cause e i rimedi per il torcicollo

Il torcicollo è un disturbo doloroso, che colpisce, bloccandolo, il collo, complici molti fattori, da quelli ambientali alle posture scorrette

da in Apparato muscolo-scheletrico, Benessere, Collo, Colonna vertebrale, Corpo, Disturbi, Dolore, Fitness, Movimento, Traumi
Ultimo aggiornamento:

    Torcicollo, sintomi e cure

    Un fastidio che assume i contorni sempre più nitidi del dolore, difficile da sopportare e impossibile da ignorare, che colpisce il collo, ma non solo, che rende simile a una vera e propria impresa ogni spostamento della testa, è il torcicollo. Si tratta di un problema diffuso, che interessa adulti, anziani, ma anche giovani e giovanissimi, senza fare troppe distinzioni in base all’età.

    Il torcicollo è un’eventualità decisamente dolorosa, che ha tratti e caratteristiche ben definite: è una contrattura muscolare che si verifica, in particolare, a carico dello sternocleidomastoideo, un muscolo laterale del collo che, durante la contrazione, si accorcia, provocando la tipica difficoltà a muovere la testa. Il muscolo si contrae in modo imprevisto, lasciando il capo così com’è, cioè bloccato, inclinato di lato, leggermente proteso in avanti e ruotato da una parte (opposta rispetto al muscolo interessato). Tra i sintomi tipici del torcicollo, oltre al collo bloccato, c’è la forte sensazione di dolore, che tende ad aumentare ulteriormente a ogni tentativo sia di esercitare pressione sul muscolo colpito sia di raddrizzare la testa.

    Le cause di questa contrattura imprevista sono molteplici. Se le condizioni climatiche, come i colpi d’aria, il freddo, l’umidità e gli sbalzi termici non aiutano, nella maggior parte dei casi, il torcicollo è lo spiacevole risultato di un movimento disarmonico e incontrollato della testa, di un sovraccarico della zona o di uno sforzo eccessivo, complici, per esempio, posture e posizioni scorrette davanti al computer mantenute per molte ore consecutive.

    Contro dolori e fastidi, in caso di episodi isolati, il rimedio più efficace e veloce sono i farmaci antidolorifici e i miorilassanti, che facilitano la risoluzione delle contratture e lo scioglimento delle tensioni muscolari. Utile anche un rimedio casalingo, cioè la “termoterapia”: un getto d’acqua calda o la tradizionale boule della nonna sono un vero toccasana per sciogliere le contratture muscolari.


    Se i rimedi “fai da te” non bastano e se il torcicollo diventa un compagno frequente e più fedele del previsto, meglio affidarsi alle mani esperte del fisioterapista, per sottoporsi a manovre di terapia manuale e massaggi.

    Anche quando si tratta di torcicollo, meglio prevenire che curare. Evitare tutte le posture scorrette che possono sottoporre i muscoli del collo a “stress” o sforzi eccessivi, cause o complici del torcicollo, sia quando si lavora, sia quando si legge, si studia o si guarda la televisione. La postazione di lavoro dovrebbe essere funzionale e non rischiosa per la salute del collo: scrivania, tastiera e monitor del pc devono essere posizionati all’altezza giusta; la sedia deve essere comoda, ergonomica e dotata di braccioli per scaricare il peso delle braccia, evitando di accumulare ulteriori tensioni in prossimità del collo.

    538

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Apparato muscolo-scheletricoBenessereColloColonna vertebraleCorpoDisturbiDoloreFitnessMovimentoTraumi
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI