Le candele profumate fanno male? I rischi per la salute da conoscere

Secondo alcuni studi, le candele profumate fanno male alla salute e sono tossiche, per cui tenerle accese in casa sarebbe da evitare. I rischi per la salute da conoscere non mancano, ma è possibile trovare delle valide alternative. Scopriamo di più in merito alle candele profumate e ai rischi per la salute.

da , il

    Candele profumate

    Le candele profumate fanno male? I rischi per la salute da conoscere non mancano, purtroppo. Cosa c’è di più romantico di una candela accesa? La candela accesa è divenuta un cult negli anni, a casa o nei locali per creare atmosfere romantiche e rilassanti per il benessere di corpo e mente; eppure, queste possono essere fonte di problemi. Secondo alcune ricerche, le candele profumate accese in casa fanno male alla salute e sono tossiche. Scopriamo di più in merito alle candele profumate e ai rischi per la salute.

    Gli ingredienti delle candele profumate

    Secondo alcuni studi, le candele profumate accese in casa fanno male alla salute e ciò avviene sia che esse siano semplici – ovvero, costituite da paraffina o paraffina e cera d’api insieme – o che si tratti di candele profumate, come quelle alla citronella. Tutte sono, infatti, più o meno, nocive per la salute, in quanto contenenti composti di metalli, particelle e sostanze dannose. Tra gli ingredienti delle candele profumate, ci sono:

    • Zinco
    • Piombo
    • Stagno
    • Carbonio
    • Talati
    • Toulene
    • Benzene
    • Acetaldeide
    • Formaldeide
    • Acroleina
    • Acetone
    • Benzaldeide
    • Acetato di benzile
    • Alcool benzilico
    • Canfora
    • Etanolo
    • Acetato di etile
    • Limonene
    • Linalolo
    • Cloruro di metilene
    • Naftalene
    • Paraffina, sottoprodotto della raffinazione del petrolio

    A dimostrarlo sono alcuni studi, recenti e non, come una ricerca scientifica tedesca, di qualche anno fa, che esaminò le candele inodore e profumate realizzate a livello industriale e artigianale.

    Le candele profumate sono tossiche

    Un recente studio della San Diego State University, effettuato in 300 abitazioni – a San Diego, in California, per l’appunto – ha messo in evidenza un aumento del 30 per cento dei livelli di polveri sottili, a quanto pare dovuto proprio anche alle candele profumate in grado di inquinare l’aria degli appartamenti. Le candele profumate sono tossiche? Lo studio – pubblicato sulla rivista PLOS ONE – mette in guardia sui possibili rischi per la salute legati all’inquinamento dell’aria di casa: gli scienziati hanno, infatti, effettuato le analisi degli inquinanti presenti nella casa di 300 famiglie di San Diego, evidenziando come il fumo di sigaretta resti una delle principali fonti inquinanti, ma mettendo sotto accusa anche le candele profumate, gli incensi, i prodotti per la pulizia e il cibo fritto nell’olio altrettanto pericolosi. Il fumo di candela fa male e il ricambio di aria, aprendo finestre e porte, a poco serve per risolvere il problema.

    Anche l’Environmental Protection Agency e l’University of South Florida sono giunti alla stessa conclusione, mettendo in evidenza come alcune di queste rilascino ftalati, piombo, toulene e benzene anche quando accese. Nello specifico, l’Environmental Protection Agency mette in guardia anche su alcuni stoppini contenenti piombo.

    Una ricerca condotta dalla South Carolina University ha evidenziato come le candele di paraffina rilascino sostanze chimiche potenzialmente dannose e tossiche nell’aria.

    I rischi per la salute

    Ad essere maggiormente esposti ai danni provocati dalle candele profumate sono i bambini. Gli scienziati in California hanno analizzato, per tre mesi, le polveri sottili delle case comprese tra 0,5 e 2,5 micron: tali valori rappresentano un pericolo per la salute, soprattutto per quella dei bambini. Quali sono i rischi per la salute? Tali polveri – come quelle di candele e incensi – possono raggiungere i polmoni in profondità e scatenare una risposta infiammatoria da parte del corpo, il quale tenta di eliminarle. Gli studi vanno avanti e, in base ad alcuni dati emersi, se inalate, le sostanze chimiche prima citate possono causare:

    Maggiormente a rischio è, poi, chi soffre di asma e malattie polmonari o cardiache.

    Alcune candele profumate, lasciate accese già soltanto per un’ora, possono provocare gli stessi effetti negativi del fumo di sigaretta: la fuliggine delle candele può, inoltre, rappresentare una minaccia per il sistema respiratorio e, secondo l’Environmental Protection Agency, la quantità di fuliggine prodotta può differire da candela a candela.

    Le candele accese mentre si dorme o durante le serate invernali ed estive creano, dunque, una bella atmosfera, oltre a profumare l’ambiente, ma occorre prestare un po’ più di attenzione nell’utilizzarle, evitando gli eccessi e tenendo presente che, sebbene le candele profumate siano da sempre considerate degli eccellenti mangiafumo – in grado di purificare l’ambiente – possono, addirittura, inquinare più del fumo che dovrebbero sconfiggere.

    Cosa fare

    Infine, se accendere candele di frequente può esporre maggiormente a rischi per la salute, cosa fare se non si vuole rinunciare ad esse? Evitate le candele di paraffina e simili e optate per candele non tossiche, naturali, a base vegetale e con oli essenziali, per quanto riguarda la profumazione: le candele naturali possono, ad esempio, essere prodotte con la cera di soia e altri ingredienti vegetali innocui.