Le attività fisiche consigliate per il mal di schiena

da , il

    attivita-fisiche-mal-di-schiena

    Il mal di schiena non dà preavviso, compare da un momento all’altro e non fa sconti a nessuno a dispetto dell’età e del sesso. Basta piegarsi in modo brusco per raccogliere qualcosa, alzarsi di scatto dalla sedia o stare seduto tutto il giorno davanti al pc per ritrovarsi bloccati. Purtroppo le cause non sono sempre facili da rintracciare. I dolori alla schiena nella zona lombare, di norma la più colpita, possono essere dovuti infatti a tensioni, strappi, stiramenti o cattive abitudini che a volte non ci accorgiamo di avere.

    Uno dei modi per combattere il mal di schiena fin dalle sue origini è senza dubbio l’attività fisica. L’obiettivo infatti della ginnastica per la schiena è quello di rinforzare e rendere più flessibile la muscolatura dorsale e addominale.

    È importante considerare che praticare sport in maniera costante aiuta anche ad assumere, nella vita di tutti i giorni, delle posture più corrette che, come è noto, aiutano a prevenire molte tipologie di dolore alla schiena.

    È necessario però fare attenzione, perché se è vero che quasi tutti gli sport sono utili a migliorare le condizioni fisiche delle persone, per orientarsi all’interno del vasto panorama delle attività fisiche per chi soffre di mal di schiena bisogna individuare quelle che non sottopongono la colonna vertebrale a forti stress e sforzi, ma che anzi aiutano a rilassare e distendere la muscolatura.

    Quindi sì a discipline sportive come il pilates, lo yoga e il nuoto.

    Mal di schiena sport consigliati

    Sport acquatici

    Gli sport acquatici aiutano a rinforzare i muscoli senza affaticare la colonna vertebrale. Infatti l’assenza di peso dovuta all’acqua facilita il movimento e riduce il carico sulla colonna vertebrale a vantaggio della muscolatura, evitando il rischio di sforzi eccessivi per la schiena. Particolarmente indicati sono il nuoto sul dorso e l’acquagym che aiuta a potenziare la muscolatura senza però stressare la schiena con sforzi eccessivi.

    Yoga

    Lo Yoga è molto indicato in caso di dolori alla schiena perché, grazie ai movimenti e alle tecniche di respirazione tipiche di questa disciplina, aiuta a distendere la colonna vertebrale, migliora la circolazione e si rivela benefico contro lo stress, una tra le cause principali dei dolori muscolari.

    Pilates

    Il Pilates, pratica inventata da Joseph Pilates, è particolarmente benefico per i muscoli e la postura, sono infatti numerosi gli esercizi raccomandati in caso di mal di schiena, specialmente lombare. Non solo, il Pilates favorendo la collaborazione tra mente e corpo, aiuta ad assumere la posizione corretta anche durante le attività di ogni giorno. Inutile ricordare che una postura corretta è molto importante per prevenire i dolori alla schiena!

    Tai Chi

    Il Tai Chi, antica arte marziale cinese, è una disciplina dagli innumerevoli benefici che agisce sulla postura favorendo, tra le altre cose, il raddrizzamento della colonna vertebrale. Viene spesso consigliato in caso di mal di schiena, proprio per la sua azione benefica. È però molto importante che questa arte marziale venga praticata con l’aiuto di un allenatore, una cattiva pratica può infatti peggiorare il dolore.

    Camminata

    La camminata rafforza i muscoli ed è particolarmente indicata sia per prevenire che per alleviare il mal di schiena. Attenzione alle scarpe: è importante scegliere un modello adeguato facendosi eventualmente consigliare dagli esperti. Inoltre, se si cammina per alleviare il dolore anziché prevenirlo, sono da preferire passeggiate su terreni non dissestati. Attenzione a non sforzarsi troppo!

    Mal di schiena sport da evitare

    Non tutte le attività sportive però, come già detto, fanno bene alla schiena tutti gli sport che prevedono sforzi, movimenti bruschi o che si ripercuotono sulla parte lombare della schiena sono da evitare.

    L’aspetto veramente importante da tenere a mente però aldilà dello sport scelto è che è necessario, soprattutto se non si praticano attività sportive da molto tempo, sceglierne una che sia equilibrata con la propria preparazione fisica. Qualunque sport se praticato con troppa intensità e in maniera non graduale potrebbe sottoporre la colonna vertebrale ad uno sforzo eccessivo e provocare lombalgia.

    Altro aspetto fondamentale è la costanza, una volta intrapresa una disciplina sportiva è bene non abbandonarla per non perdere i benefici ottenuti per la schiena e per tutto l’organismo.

    Se i primi giorni dopo aver iniziato un’attività sportiva si avverte lieve dolore nella parte bassa della schiena non bisogna preoccuparsi è del tutto normale, l’importante è non fare l’errore di abbandonare l’attività intrapresa e mettersi a letto. Il movimento infatti è utile all’organismo e, praticato con costanza, aiuta a mantenere i muscoli allenati e ad alleviare i dolori alla schiena. È importante anche praticare dei semplici esercizi di stretching durante la giornata per sciogliere un po’ i muscoli e rilassare la schiena.