Le 10 proprietà benefiche della menta

La menta è una pianta conosciutissima sin dall’antichità per le sue proprietà benefiche e curative, e per il suo uso in cucina.

da , il

    La menta è una pianta conosciuta sin dall’antichità per le sue svariate proprietà benefiche. Appartiene alla famiglia delle Labiate, genere Mentha, e ve ne sono di diverse specie. È composta principalmente da: acqua, fibre, proteine, molti minerali (calcio, potassio, magnesio, rame, manganese, fosforo, sodio), vitamine (del gruppo A, B, C e D), e aminoacidi. Inoltre, dall’olio essenziale della menta si estrae il mentolo, un alcol a cui si devono la maggior parte delle proprietà farmacologiche e terapeutiche della menta.

    Depurativa

    Molto utile nei casi di alito cattivo: facendo dei gargarismi con 5 mg di foglie fresche di menta in 100 ml di acqua si ha un valido aiuto per questo problema.

    Azione aromatica

    La menta viene utilizzata da sempre in cucina, grazie alla sua azione aromatica, ed è molto spesso presente nei piatti della cucina italiana. Viene usata anche per la produzione di bevande, liquori e prodotti dolciari.

    Azione carminativa

    È fuori discussione che la menta e il suo olio essenziale abbia un’azione carminativa: agisce rilassando lo sfintere esofageo, riducendo il volume dei gas intestinali.

    Cosmetico

    In cosmesi, la menta ha un’azione rinfrescante, tonica, e purificante, ecco perché viene comunemente inserita nello shampoo, nei detergenti intimi, e nei pediluvi. Applicata sulla cute o sulle mucose, genera una sensazione di fresco e di anestesia locale.

    Attività decongestionante e balsamica

    La menta ha un’azione rinfrescante, decongestionante, e fluidifica le secrezioni dell’apparato respiratorio. Infatti, anche nella medicina cinese e ayurvedica, viene utilizzata contro il raffreddore, la febbre, e la tosse.

    Azione antilitica

    Alcuni studi hanno evidenziato una possibile capacità della menta nella dissoluzione di calcoli nella cistifellea, ma al momento sono ancora poche le ricerche che sottolineano quest’attività.

    Antisettico

    La menta ha forti proprietà antisettiche, antiparassitiche e germicide, agendo sempre e in particolar modo, a livello gastrointestinale. Questa importante azione antisettica e antivirale sembrerebbe sia dovuta al suo contenuto di polifenoli.

    Analgesico

    Vari studi condotti sia da ricercatori tedeschi che iraniani hanno scoperto come l’estratto di menta sia un’importante rimedio contro le cefalee e le emicranie di tipo tensivo. In entrambe le ricerche gli studiosi hanno evidenziato una significativa riduzione del dolore applicando sulla fronte e sulle tempie una soluzione di mentolo.

    Anestetico

    Se applicato sulle mucose e sulla pelle, la menta provoca un’iniziale vasocostrizione seguita successivamente da una vasodilatazione, con un’azione anestetica locale. Questo può avvenire anche a livello gastrico, inducendo anche un’azione antiemetica.

    Rimedi per i disturbi gastrointestinali

    L’olio essenziale di menta ha un’attività antispasmodica, in quanto riesce a inibire la muscolatura liscia gastrointestinale e l’attività contrattile del colon. Secondo gli studi, tutto ciò sarebbe collegato all’influsso di calcio. La menta risulta essere quindi utile in presenza di coliche del tratto gastrointestinale superiore, del tratto biliare, e nelle irritazioni del colon.