Latte materno: continua ad ottenere l’approvazione della scienza

Latte materno: continua ad ottenere l’approvazione della scienza

Il lavoro scientifico portato avanti da Judy LaKind, professore associato della scuola di medicina dell’Università del Maryland, USA e colleghi non vuole certo minimizzare gli effetti dell’inquinamento sulla donna, ma ritiene che ai fini della salute dei neonati gli effetti positivi dall’alimentazione naturale soverchino quelli negativi dell’inquinamento cui è sottoposta la madre

da in Alimentazione, Allattamento, Bambini, Benessere, Inquinamento, Salute Donna, Latte materno
Ultimo aggiornamento:

    allattamento al seno

    Che il latte materno rappresenti per il bambino l’alimento principe per il suo benessere non ci sono dubbi, che la mamma in questo modo riesca a trasferire al figlio i nutrienti per garantire la salute del suo bambino è un fatto notorio; tuttavia, di fronte alla necessità che obbliga a volte a procedere alla sostituzione del latte materno con quello artificiale, ci si è chiesti se stante tale necessità per il piccolo in accrescimento, sia possibile affermare che il latte non naturale alla luce dei progressi scientifici compiuti dalla scienza dell’alimentazione, si possa parlare di una sovrapposizione in fatto di benefici per il piccolo fra il latte naturale e quello artificiale, ma la scienza medica continua ad essere ancora più orientata verso il latte materno guardato con occhio sempre più benevolo. Al punto che, anche nella constatazione dei fattori ambientali esterni negativi, come ad esempio, può accadere con l’inquinamento ambientale, il latte materno resta pur sempre, potendolo utilizzare, l’insostituibile alimento per il bambino da allattare.

    Persino la presenza di sostanze tossiche immesse nell’aria, ricordiamo la diossina ad esempio, respirata da parte di quelle donne che vivono in aree geografiche inquinate, ad esempio, agglomerati industriali o città ad alto tasso di inquinanti, non dovrebbero costituire deterrente alcuno per proseguire l’allattamento al seno; lo dice uno studio pubblicato sulla rivista Breastfeeding Medicine. La ricerca ha analizzato la letteratura disponibile sull’argomento, anche relativa a periodi quando la presenza di sostanze chimiche dannose nell’ambiente era maggiore di quella attuale.

    Il lavoro scientifico portato avanti da Judy LaKind, professore associato della scuola di medicina dell’Università del Maryland, USA e colleghi non vuole certo minimizzare gli effetti dell’inquinamento sulla donna, ma ritiene che ai fini della salute dei neonati gli effetti positivi dall’alimentazione naturale soverchino quelli negativi dell’inquinamento cui è sottoposta la madre e ciò anche quando gli inquinanti immessi nell’aria sfuggivano da ogni forma di controllo, al contrario di quanto oggi accada.

    Il sigillo circa le garanzie del latte materno lo mette anche l’Organizzazione Sanitaria Mondiale quando afferma che il latte materno è il metodo di nutrimento migliore per i neonati.
    Fonte: Science

    414

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneAllattamentoBambiniBenessereInquinamentoSalute DonnaLatte materno
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI