Laringite cronica e acuta: sintomi, cure e rimedi

Laringite cronica e acuta: sintomi, cure e rimedi
da in Gola, Infezioni, Infiammazioni, Mal di gola
Ultimo aggiornamento:

    Pillole termometro

    La laringite cronica e acuta provoca sintomi fastidiosi, per cui è importante essere a conoscenza dei rimedi e delle cure da poter intraprendere per guarire. La laringite, acuta o cronica, comporta un mal di gola insopportabile: si tratta, infatti, di un processo infiammatorio, le cui cause sono da rintracciare, nella prima forma, in infezioni virali o, meno di frequente, batteriche; mentre, nella seconda forma, incidono vari fattori, come diverse patologie – per esempio, rinite e sinusite – oltre che malattie e cause ambientali che predispongono all’insorgenza del disturbo. Tuttavia, è possibile predisporre un’apposita terapia, per alleviare la sintomatologia. Quali sono, dunque, i sintomi esatti legati alla laringite cronica e acuta? Quali le cause e il trattamento per poter giungere alla guarigione? Scopriamo di più in merito.

    Cos’è la laringite? Come anticipato prima, la laringite può essere acuta o cronica ed è caratterizzata da un mal di gola molto forte: si tratta, infatti, di un processo infiammatorio, che può avere diverse cause. La laringite è, dunque, un’infiammazione della laringe e ne esistono di diversi tipi, che variano a seconda della durata: la laringite acuta ha una breve durata e non produce particolari alterazioni delle caratteristiche dei tessuti della laringe; mentre, la laringite cronica avviene quando l’infiammazione ha una maggiore durata e altera i tessuti della laringe. Inoltre, a sua volta, la laringite acuta può dividersi in catarrale, edematosa, suppurativa e pseudo-membranosa; ognuna delle quali si differenzia per alcune caratteristiche.

    Fra i sintomi principali della laringite bisogna annoverare, il forte dolore alla gola, che si manifesta quando si parla e che comporta fastidio. Sono, inoltre, presenti irritazione, disfonia, difficoltà nella deglutizione, mal di testa, difficoltà nel parlare, problemi respiratori, tosse secca, voce rauca, espettorazione catarrale e, talvolta, anche febbre. È importante non dimenticare di contattare il medico, quando la raucedine e il fastidio durano per più di una settimana, soprattutto per evitare altre complicazioni come la tracheite e la faringite. Nei bambini di età inferiore ai tre anni, la laringite è una delle malattie più comuni: si verifica, soprattutto, durante la primavera o l’inverno e, oltre ai sintomi descritti precedentemente, si possono notare anche respiro sibilante e naso chiuso e gocciolante. A seconda del tipo di laringite, possono essere presenti anche catarro – esistono delle tisane espettoranti per combatterlo - e ascessi.

    Quali sono le cause? Le cause sono da rintracciare in infezioni virali o batteriche, oltre che in eventuali patologie – come la rinite e la sinusite, solo per fare un paio di esempi – malattie e cause ambientali che possono predisporre all’insorgenza del disturbo. La laringite acuta – nello specifico – può, poi, essere provocata da traumi o danni alla laringe – per via di un uso eccessivo della gola, ad esempio cantando – morbillo, parotite, raffreddore, influenza, varicella e, più raramente, infezioni da fungo, come la candida o l’aspergillosi.

    Anche il fumo e l’abuso di alcol possono causare un’infiammazione cronica della laringe, così come disturbi del reflusso gastro-esofageo e alcune reazioni allergiche a sostanze come polvere, tossine e agenti chimici.

    Alla comparsa di segni e sintomi, è consigliabile contattare il proprio medico che deciderà la diagnosi e la terapia più adatta al caso in questione, grazie a una serie di analisi ed esami. Oltre alla classica visita medica, allo studio dei sintomi e agli esami del sangue, potrebbero essere necessari altri utili test, come la laringoscopia.

    Le cure e i rimedi contro la laringite non mancano: prevedono, prima di tutto, il riposo in un ambiente caldo e ben umidificato. Si può ricorrere, inoltre, all’uso di alcuni farmaci, come gli analgesici e gli antipiretici per la febbre o i cortisonici da assumere anche mediante aerosol: in genere, i cortisonici vengono usati quando il quadro sintomatologico è particolarmente notevole. Se al tutto è associata anche un’infezione batterica, sono indispensabili gli antibiotici; mentre, se la laringite è dovuta ad allergia, è necessario evitare di entrare in contatto con l’allergene responsabile e ricorrere a degli antistaminici e cortisonici. È, inoltre, importante tenere a riposo la voce e ricorrere ad alcuni rimedi come le inalazioni di vapore – in modo da umidificare le mucose e, quindi, respirare meglio – oli essenziali balsamici – ad esempio, pino, cipresso ed eucalipto – e i gargarismi da fare con acqua tiepida salata e limone e/o aceto: questi ultimi, ripetuti più volte al giorno, sono molto utili contro la gola infiammata. È, poi, importante che il soggetto beva abbondanti quantità di liquidi, come acqua o tè caldo con limone. Ci sono anche dei rimedi naturali a disposizione, come la salvia, lo zenzero, la rosa canina, l’alloro, l’aconito, l’arnica e l’echinacea, che stimola il sistema immunitario e con cui si possono preparare degli infusi. Da non trascurare nemmeno l’alimentazione: la vitamina C e il betacarotene sono molto importanti, ecco perché è fondamentale consumare molta frutta e verdura. Sarebbe, inoltre, opportuno installare un umidificare in casa che renda l’aria meno secca e aiuti la liberazione delle via nasali ostruite dal muco.

    Infine, la prognosi è, generalmente, buona, ma è necessario intervenire con le cure tempestivamente: tutto dipende, inoltre, dalla gravità della condizione, dalla sua forma, dalla causa scatenante e dall’età e dallo stato di salute del paziente.

    1035

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GolaInfezioniInfiammazioniMal di gola
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI