NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Lampade abbronzanti vietate in molti Paesi ai minorenni, ecco perchè

Lampade abbronzanti vietate in molti Paesi ai minorenni, ecco perchè

Molti Paesi, esattamente 11, compresa l’Italia, sono d’accordo nel vietare l’uso delle lampade abbronzanti ai minorenni

da in Abbronzatura, Melanoma, Pelle, Raggi UVA
Ultimo aggiornamento:

    lampade abbronzanti vietate in molti paesi ai minorenni ecco perchè

    I giovani minorenni, secondo il parere di molti esperti, non dovrebbero avere accesso alle lampade abbronzanti. In vari Paesi, infatti, è assolutamente vietato l’uso di lettini e lampade abbronzanti ai minorenni. Tutto questo è dovuto ad uno studio statunitense che ha sottolineato i gravi rischi e danni ai quali la salute del ragazzo va incontro. L’esposizione della cute a questi raggi UVA, sin da giovani, aumenta il rischio, oltre che di invecchiamento precoce della pelle, del’insorgenza di patologie tumorali, come il melanoma. Un rischio che non vale la pena di correre solo per avere un colorito scuro tutto l’anno o prima delle vacanze estive. Per questo motivo sono sempre di più i Paesi che hanno aderito a questo divieto, precisamente 11: Spagna, Portogallo, Germania, Austria, Belgio, Inghilterra, Galles, Irlanda del Nord e Scozia, e anche l’Italia.

    Lo studio statunitense che ha dato il via ai divieti

    studio statunitense che ha dato il via ai divietiUn gruppo di ricercatori statunitensi della Colorado School of Public Health, guidati dalla dottoressa Mary T. Pawlak, hanno condotto lo studio che ha dato il via a tutti i divieti sulle lampade abbronzanti. Tutto questo è stato possibile lavorando sul web, dal quale è scaturito che l’anno in cui è iniziato il divieto è stato il 2003. I motivi di questa decisione ed i Paesi che si trovano d’accordo con ciò verranno elencati in un documento americano sul web, ad opera della National Conference of State Legislatures.

    Gli studiosi si sono accorti di quanto siano strettamente collegati l’abbronzatura ottenuta artificialmente mediante lettini o lampade abbronzanti e il rischio di insorgenza del melanoma. Ricordiamo che i raggi UVA hanno un alto potere cancerogeno nei confronti della pelle, nonostante questa sia l’organo più resistente di tutto l’organismo. Il rischio è dovuto sia alla pericolosità dei raggi, sia al fatto che non è possibile dosarli (sarebbe utile stabilire il “dosaggio”giusto per non causare danni); inoltre occorre fare sempre attenzione al macchinario che viene usato, a come viene tenuto e controllato.

    Il rischio è proporzionale alla frequenza

    rischio proporzionale alla frequenzaMaggiore è il numero di sedute che si eseguono per un’abbronzatura perfetta maggiore sarà il rischio di incorrere in una patologia tumorale. Il numero di persone che si rivolgono ai Solarium o centri adibiti a questo è sempre molto alto. Il problema è che la “moda” si estende anche ai giovani che non si rendono conto di quanto sia, per loro, ancora più rischioso (l’esposizione ai raggi UV artificiali, prima dei 30 anni di età, aumenta del 75% il rischio di melanoma). L’uso di queste lampade è rischioso per gli adulti figuriamoci se si inizia, addirittura, da minorenni. La comparsa di una patologia tumorale sarebbe praticamente certa (da qualche anno i raggi UV sono definiti ufficialmente cancerogeni). Per questo motivo molti Paesi, partendo dall’America, hanno deciso di vietare ai giovani, ancora minorenni, l’uso di questi macchinari, cercando di ridurre il rischio di melanoma.

    596

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AbbronzaturaMelanomaPelleRaggi UVA
    PIÙ POPOLARI