Lampade abbronzanti: verso limitazioni per i minorenni

Lampade abbronzanti: verso limitazioni per i minorenni

Dalla Toscana arrivano linee guida che promettono di concedere sedute di lampade abbronzanti ai minorenni solo previo consenso dei genitori: presto potrebbero diventare una realtà anche a livello nazionale

da in Estetica e Trattamenti, News Salute, Pelle, Primo Piano, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Limiti alle lampade abbronzanti per i minorenni

    Sono circa un milione e mezzo i minori, tra i 14 e i 18 anni, che ricorrono alla tintarella artificiale, dei quali circa 700 mila veri e propri “lettino-dipendenti”: si fanno più di una lampada al mese. Numeri impressionanti, se consideriamo i rischi per la salute della pelle. Ma proprio per regolamentare l’uso dei lettini solari da parte dei minori, sono pronte specifiche linee guida redatte da una commissione di esperti della Regione Toscana.

    Cardine delle linee guida, che saranno presentate in settimana, nel corso del Congresso Nazionale della Società Italiana di Dermatologia Medica estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST), è il limite per gli under 18: potranno concedersi le lampade solari solo con il permesso dei genitori, non superando, comunque, la dose massima di 3-4 lettini all’anno.

    Le lampade abbronzanti, senza preucazioni, rappresentano un pericolo per la salute della pelle: possono determinare eritemi, scottature, invecchiamento cutaneo precoce, fino a tumori. E i giovani sono ancora più a rischio degli adulti.

    Le linee guida, che danno anche indicazioni sulle specifiche tecniche dei macchinari abbronzanti, sono già al vaglio del Consiglio Regionale toscano e, se approvate, dovranno essere attuate da tutti gli operatori della Regione. Ma già entro l’anno potrebbero diventare anche una realtà nazionale, perché il presidente SIDeMaST Torello Lotti intende utilizzarle come modello per le linee guida nazionali, che stanno per essere approntate.

    “L’Italia dotandosi di un documento-guida che faccia chiarezza sul tema, intende anche sollecitare un intervento europeo. Sono gli stessi operatori e gestori di centri abbronzanti a chiedere regole chiare da seguire: finora è stato di fatto una giungla”, auspica Lotti.

    Immagine tratta da: Pourfemme.it

    342

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Estetica e TrattamentiNews SalutePellePrimo PianoSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI