La storia di Claudia a Le Iene: diamo un nome alla sua malattia

La storia di Claudia a Le Iene: diamo un nome alla sua malattia

Claudia è una ragazza pugliese affetta da una malattia non ancora conosciuta

da in News Salute
Ultimo aggiornamento:

    la storia di claudia a le iene

    Colpisce la storia di Claudia, che è stata presentata in un servizio di Le Iene. La ragazza è affetta da una malattia molto particolare, ma nessuno è ancora riuscito a capire di che cosa si tratti. Claudia presenta dei problemi di equilibrio, da quando aveva 5 anni. Da quell’età si ritrova sempre ad essere stanca e le mancano le forze necessarie per svolgere le attività quotidiane. Accanto a queste manifestazioni presenta altri sintomi, come il vomito.

    I medici pensano da subito alla malattia di Duchenne o alla Sla. Effettuati numerosi esami, Claudia risulta essere negativa a tutte e due le patologie. L’unica certezza che si ha in campo medico è che quella della ragazza sia una malattia neurodegenerativa, ma non si è ancora capito quale problema sia nello specifico.

    Nel corso degli anni ci sono stati anche episodi piuttosto gravi. In particolare 2 anni fa Claudia, all’improvviso, non respirava più, aveva perso conoscenza e i medici sono stati costretti ad operarla urgentemente. Il risultato dell’operazione è stato l’asportazione dai polmoni di un blocco di muco grandissimo.

    La malattia di Claudia, con tutte le sue incertezze e il panico che scatena, ha rivoluzionato anche la vita della sua famiglia. Il papà Gaetano l’accompagna a scuola tutte le mattine e si è organizzato per svolgere la sua attività di meccanico soltanto il pomeriggio. L’episodio che ha coinvolto Claudia 2 anni fa è stato molto grave: la ragazza è rimasta in rianimazione per 2 mesi e ora deve spostarsi con una sedia a rotelle.

    Il servizio presentato a Le Iene ha avuto anche lo scopo di condividere la storia con i medici in tutto il mondo, in modo che qualcuno possa riuscire a dare un nome a questa terribile malattia.

    337

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN News Salute
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI