La sicurezza alimentare degli ortaggi in busta: ecco come orientarsi

La sicurezza alimentare degli ortaggi in busta è molto importante

da , il

    sicurezza alimentare ortaggi in busta insalata

    La sicurezza alimentare rappresenta una questione molto importante, sulla quale non si può soprassedere, in quanto è strettamente collegata alla nostra salute. Gli ortaggi in busta pronti da cucinare e le insalate in busta incontrano sempre di più il desiderio e le esigenze dei consumatori in coincidenza con gli stili di vita più frenetici rispetto al passato. Tuttavia bisogna fare un certa attenzione a considerare una serie di fattori molto importanti per orientarsi al meglio e non mettere a rischio il proprio benessere generale.

    Innanzi tutto non si deve dimenticare che il taglio degli ortaggi determina la rottura delle cellule vegetali e quindi una maggiore disponibilità di nutrienti per i microrganismi. I controlli vengono effettuati, ma non è da escludere un’eventuale contaminazione microbica.

    In genere le operazioni di pulizia dopo la raccolta avvengono nei limiti di condizioni di igiene rigorose e ad una temperatura piuttosto vicina a zero gradi.

    Proprio per garantire la sicurezza alimentare ai consumatori è stata portata avanti una proposta di legge sull’insalata in busta. Ma come possiamo fare per difenderci, visto che la sicurezza alimentare viene prima di ogni altra cosa?

    Bisogna avere cura di scegliere le confezioni integre, che non contengono vapore acqueo, in questo quest’ultimo indica un’interruzione nella catena del freddo. Le buste acquistate devono essere portate a casa nelle borse termiche e vanno messe in frigo.

    A busta aperta, non è bene lasciare in frigo gli ortaggi rimasti per oltre 48 ore. Meglio consumare tutto al più presto. Si tratta di pochi e semplici accorgimenti, i quali possono rivelarsi essenziali.