La salute mentale non è il punto forte degli Europei

La salute mentale non è il punto forte degli Europei

La salute mentale non è il punto forte degli Europei, visto che più di un Europeo su tre è affetto da disturbi mentali

da in Ansia, Malattie mentali, Prevenzione, Psichiatria, Salute mentale, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    salute mentale europei

    Com’è la salute mentale degli Europei? Una domanda a cui non si riesce facilmente a trovare una risposta precisa, anche se sicuramente non si può dire che rappresenti il loro punto forte. In effetti in base ad uno studio portato avanti dagli esperti l’Università di Dresda è emerso che più di un Europeo su tre è affetto da disturbi mentali. In tutto si tratta del 38% della popolazione, un dato che di certo non può passare inosservato. Ma la ricerca ha rivelato di più: solo un terzo di coloro che soffrono di malattie mentali segue una terapia adeguata. Un altro dato che non si può ignorare.

    In tema di salute mentale è stato dimostrato che in città c’è un rischio maggiore di malattie mentali. Ma questo non deve essere una scusa per non prendere nella giusta considerazione la questione, trascurandola nella sua diffusione.

    Infatti le patologie mentali che sono a carico di un numero considerevole di Europei e le loro conseguenze consistono soprattutto in insonnia, ansia, depressione e demenza. Nel caso in cui questi disturbi ricevano una cura, spesso il tutto viene approntato in ritardo, un fatto che rende più difficile l’attuazione dell’efficacia terapeutica.

    I sintomi della depressione per le donne sono in aumento. Un andamento allarmante, che spinge, in tema di depressione, a dover fare i conti con i numeri della malattia. L’Organizzazione Mondiale della Sanità stima che il problema possa diventare più ingente nel tempo, entro il 2020.

    Per questo è fondamentale attuare anche le adeguate politiche sanitarie, per puntare sulla prevenzione e rendere meno complessa la questione, in nome di una salute pubblica più attenta.

    341

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AnsiaMalattie mentaliPrevenzionePsichiatriaSalute mentaleSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI