La paura dell’acqua

La paura dell’acqua

La paura dell'acqua sembra non avere il precedente in un trauma di tipo psicologico

da in Bambini, Psicologia, Trauma psichico
Ultimo aggiornamento:

    Paura del bagno in acqua.

    Paura del bagno in acqua.


    Le paure e le fobie,
    facendo bene i conti, le hanno tutti: chi ha paura del buio, chi ha paura dei luoghi chiusi, chi invece ha paura dell’altezza o degli insetti; ebbene, esiste un tipo di paura che pochi hanno, ma che e’ altrettanto invasiva, ai fini di condurre una vita normale, si tratta della paura dell’acqua.

    Gli idro – fobici scoprono di avere paura dell’acqua fin da piccoli: la paura si manifesta circa verso i 5 anni di vita, eta’ in cui i bambini cominciano a manifestare irrequietezza durante i momenti del bagno. La paura ha il suo apice tra i 7 ed i 12 anni, dopo di che via regredisce fino, in genere, a scomparire del tutto.

    Questo genere di fobia, che colpisce il 2,5% dei bambini, non ha una durata oltre l’adolescenza, ma e’ difficile da prevenire poiche’ non esiste alcun studio, in letteratura medica, che definisca con precisione le fasi retrospettive del manifestarsi della paura, per cui e’ tutt’ora impossibile o almeno molto difficile capire quali sono i fattori scatenanti della fobia.

    I soggetti che fino ad ora sono stati sottoposti ad osservazione, non hanno raccontato nulla che possa servire da traccia per ricostruire lo sviluppo nella memoria psichica di questo fenomeno: certo e’ che ai fini della vita pratica, avere un bambino che soffre della paura dell’acqua, e’ molto difficile, poiche’ situazioni normali, come il bagno, la doccia, diventano molto difficili: resta impossibile invece praticare sport come nuoto o barca o anche semplicemente bagno al mare, mentre, fortunatamente, nell’eta’ adulta via via la paura scompare, lasciando il posto alla rieducazione all’acqua.

    Uno studio del 1997, di Menzies Et AL. riporta con precisione le conseguenze, anche sul piano del lavor, delle persone che non riescono a rieducarsi a un uso e a un contatto non idro – fobico con l’acqua.

    Secondo lo specialista, unico esperto ad aver fatto ricerche e sondaggi sulla fobia dell’acqua seguendo un parametro scientifico, il 56% degli intervistati avrebbe dichiarato che la fobia dell’acqua si e’ manifestata da subito, con i primi contatti con l’acqua dei figli piccoli, ma solo il 26% degli intervistati e’ riuscito a capire il perche’ vi fosse questa paura, per affrontarla.

    Per questo e per altre osservazioni simili, gli specialisti in psicologia tendono a considerare questa fobia come una delle poche che non ha il precedente in un trauma psicologico, infantile: proprio per questo motivo la paura dell’acqua non si protrarrebbe nell’eta’ adulta, anche se con molta probabilita’ la paura dell’acqua ha dei condizionamenti che sono dettati piu’ dalla genetica che dall’abitudine.

    489

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniPsicologiaTrauma psichico
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI