La musica: aiuta nei momenti di sforzo fisico

La musica: aiuta nei momenti di sforzo fisico

La musica migliora le prestazioni in quanto aumenta la resistenza fisica; uno studio dimostra dei dati che vanno fino al 15% di restituzione fisica in piu'

da in Benessere, Dolore, Estetica e Trattamenti, Psicologia, Resistenza
Ultimo aggiornamento:

    Musica

    Generazione di oggi, che ha dato alla luce uno dei frutti dello sviluppo tecnologico piu’ preziosi, l’mp3: siamo di quelli che hanno fatto dell’mp3 una specie di naturale prosecuzione degli organi sensoriali e uditivi. Senza la cuffietta si fatica a vivere, si fatica a stare in tram, in palestra, anche al parco, perche’ no.

    La musica fa compagnia, mantiene di buon umore, tiene vigile il proprio sistema nervoso, ma non solo: la musica, e lo sanno bene le tribu’, da’ una carica strepitosa, e specialmente nei momenti in cui serve essere a massimo, e’ l’ideale per restituire il massimo di se stessi con il minimo sforzo.

    Ne sono una prova le innumerevoli situazioni sportive in cui si usa mettere come sottofondo un po’ di suono e di ritmo, ma ne sono una prova i giovani che ballano per tutta la notte e la mattina dopo sono pimpanti. Un viagra e un caricatore naturale, la musica, al punto che qualcuno ha deciso di farne una ricerca.

    Il primo studio in merito e’ stato affrontato dalla universita’ londinese di Brunel, che ha dimostrato come gli atleti siano in grado di restituire il 15% in piu’, quando sono accompagnati da una musica adatta.

    Per dare questo dato ci sono voluti molti anni; era chiaro che la musica faceva migliorare le prestazioni, ma fisicamente non si riusciva a capire come mai, ora la risposta: la musica aiuta a migliorare i fattori legati alla resistenza, dunque a migliorare anche le prestazioni.

    Il tempo ideale e’ quello che va dai 120 ai 140 battiti a minuto, che consente di spingere di piu’ senza pero’ bruciarsi; eppure gia’ questo fatto sta facendo parlare di se’, perche’ ora si sta indagando anche l’influenza sul fisico del genere di musica, fattore che non e’ mai stato indagato.

    Se ne sono viste tante, fino ad oggi, ma sarebbe senza ombra di dubbio molto carino poter pogrammare la filodiffusione in casa a seconda dell’ambiente, per migliorare sempre le .. prestazioni! “A buon intenditor poche parole”.

    Fonte: AGI

    408

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereDoloreEstetica e TrattamentiPsicologiaResistenza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI