La memoria danneggiata dalla privazione del sonno

La memoria danneggiata dalla privazione del sonno

Uno studio condotto da un gruppo di ricercatori dei Paesi Bassi ha scoperto come la perdita di sonno causi dei problemi a carico della memoria e della capacità d’apprendimento

da in Memoria, News Salute, Primo Piano, Ricerca Medica, Sonno, Stanchezza
Ultimo aggiornamento:

    memoria privazione sonno

    La memoria viene danneggiata dalla privazione del sonno. Il non riposare durante la notte causa vari problemi all’organismo, dalla stanchezza, ai cambiamenti d’umore, a danni nella capacità d’apprendimento, ed alla memoria. È risaputo che il non dormire le giuste ore notturne è uno dei fattori di rischio per la salute, ma da cosa dipenda è stato scoperto da un gruppo di studiosi.

    La ricerca è stata condotta dagli studiosi dell’Università di Groningen (Paesi Bassi), i cui risultati sono stati presentati al Congresso mondiale Ibro sulle neuroscienze tenutosi a Firenze. Lo studio è stato condotto sugli animali, precisamente sui topi, i quali sono stati addestrati a muoversi in determinati ambienti. Infatti, grazie alla memoria riuscirono ad ambientarsi facilmente nei labirinti.

    Dopo ciò gli animali furono privati delle ore di sonno (cinque ore che sembrerebbero indispensabili per il consolidamento della memoria).

    Successivamente, gli studiosi monitorarono i topi, per verificare gli effetti della privazione del sonno. Il risultato sottolineò una riduzione dell’apprendimento e della memoria. I ricercatori scoprirono che la mancanza di riposo colpisce soprattutto una zona del cervello: l’ippocampo, area particolarmente importante per la memorizzazione dei luoghi e delle posizioni. Gli studi dovranno continuare per verificare se oltre all’ippocampo vi siano anche altre zone sensibili alla perdita di sonno.

    270

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MemoriaNews SalutePrimo PianoRicerca MedicaSonnoStanchezza
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI