La frutta a pranzo e a cena per difendersi dal caldo

La frutta, assunta regolarmente a pranzo e a cena, come suggerisce, anche la Coldiretti, nel decalogo del ministero della Salute, riesce a prevenire i malori dovuti al caldo

da , il

    frutta pranzo cena caldo

    La frutta, assunta a pranzo e a cena, consente di difendersi dal caldo di questa stagione appena iniziata. Infatti, l’eccessiva calura provoca surriscaldamento e di conseguenza sudorazione, che si può aggravare e sfociare in disidratazione. Per evitare una perdita di liquidi esagerata, con tutte le conseguenze che ne derivano occorre aiutarsi anche con l’alimentazione, oltre che prendere una serie di precauzioni.

    La frutta, come alimento principale dell’alimentazione, aiuta a prevenire i disturbi causati dal caldo. La maggior parte degli italiani (circa 20 milioni) assume la frutta, regolarmente, sia a pranzo che a cena. Questa semplicissima regola è stata suggerita e sottolineata anche dalla Coldiretti nel decalogo del ministero della Salute. Anche l’associazione afferma che mangiare frutta e cibi freschi, contenenti acqua, vitamine, e sali minerali, aiuta a combattere l’eccessiva sudorazione.

    Mentre, in questa stagione, è necessario evitare gli alimenti pesanti, come i fritti, i grassi, quelli troppo conditi e salati, le bevande alcoliche, e ghiacciate, e anche il caffè. Per quanto riguarda le bibite gassate e fredde, l’attenzione è d’obbligo per prevenire problemi alla digestione e all’apparato digerente. Insomma con semplici precauzioni ci si può difendere dal caldo, dall’eccessiva sudorazione e quindi dalla disidratazione.