La felicità si può rintracciare nello sguardo ricambiato degli altri

La felicità si può rintracciare nello sguardo ricambiato degli altri

Un recente studio mette in evidenza che la felicità si può intuire guardando negli occhi gli altri, che, quando sono felici, tendono a ricambiare lo sguardo, non distogliendolo dall’interlocutore

da in Comportamento, Felicità, Primo Piano, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    felicita sguardo ricambiato

    La felicità si può rintracciare nello sguardo ricambiato degli altri. È questa la conclusione a cui sono giunti dei ricercatori dell’Anglia Ruskin University di Cambridge e della Cardiff University. In particolare si è riusciti a capire che coloro che hanno un umore elevato tendono a guardare gli altri direttamente negli occhi. Un atteggiamento contrario è invece quello di chi soffre di depressione o di chi è triste.

    In questi ultimi casi invece gli individui tendono ad evitare di incontrare lo sguardo di coloro che hanno davanti. Tutto questo perché gli occhi possono essere considerati un vero e proprio veicolo di emozioni, sulle quali si basano le relazioni sociali. In psicologia è già stato dimostrato che lo sguardo rivela le idee politiche.

    Inoltre si ritiene che sorriso e occhi dolci siano essenziali per una notte fantastica. Forse sembra un’esagerazione, eppure esiste anche la morfopsicologia che considera il carattere scritto in faccia.

    Nell’ambito della ricerca in questione si è scoperto anche il ruolo svolto dalle diverse aree cerebrali nella valutazione delle espressioni facciali. Nello specifico gli studiosi hanno sottolineato la funzione attribuibile all’amigdala in relazione alle espressioni del viso che rendono una sensazione di paura.

    La tendenza a ritrarsi allo sguardo degli altri è anche un atteggiamento tipico delle persone particolarmente timide o che soffrono di fobia sociale. Proprio per questo lo studio sulle emozioni rintracciabili attraverso lo sguardo si rivela ricco di prospettive per saperne di più su alcuni disturbi psicologici che riguardano proprio la sfera dei rapporti interpersonali.

    330

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ComportamentoFelicitàPrimo PianoPsicologia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI