La dieta mediterranea

La dieta mediterranea

Il fatto che ci sia cura nella filiera produttiva del cibo, gia' di per se' e' segno di un miglioramento del modo di intendere il cibo: piu' vario, in quantita' piu' modiche, ma qualitativamente ottimale

da in Alimentazione, Benessere, Dieta, Dieta mediterranea, Verdure, latticini
Ultimo aggiornamento:

    Cuochi

    Cuochi

    Il cibo di qualita’
    primo in classifica nel mondo e’ quello italiano, lo diciamo anche tra le pagine di Tanta Salute, non perche’ siamo italiani, sarebbe anche legittimo ma non e’ per questo, ma perche’ la dieta mediterranea e’ esportata in tutto il mondo a modello e a esempio di alimentazione tipo, sfruttata e imitata da tutti per ridurre il problema dell’obesita’ e per recuperare il sinolo di qualita’ dei nutrienti e gusto.

    Sono ormai noti i casi in cui il cibo italiano tipico: formaggi, salumi, vini, mozzarelle, olio, sono finiti sotto i riflettori perche’, per danaro, alcuni produttori hanno cercato di sfruttare la buona nomina del prodotto italiano, senza rispettare gli standard di produzione, ma la qualita’ ha sempre vinto, fin’ora, sicche’ si puo’ tranquillamente affermare che, mangiare mediterraneo, e’ sinonimo di mangiare bene.

    La produzione e il consumo delle carni, dei latticini, delle uova, oltre che del pesce, sono spesso al centro di studi e convegni su cui si cerca di lavorare, proprio perche’ la responsabilita’ di farsi promotori della qualita’ del cibo e’ una partita troppo grannde per non essere vinta.

    Eppure anche in Italia assistiamo a un aumento di malattie come i tumori, le ulcere, le malattie degenerative, etc .. forse perche’ ci siamo adeguati a standard sbagliati, e e’ difficile tornare sui nostri passi. L’abuso delle carni rosse, ad esempio, e dei grassi animali al posto del classico olio di oliva, sono un retaggio dell’alimentazione del nord europa, che pero’ abbiamo importato e seguito senza farcene scrupolo, come l’uso del fast food atipico, ne’ canre’ ne’ pesce, dove si mescola l’hamburger, che gia’ da se’ e’ un pasto completo, alle aggiunte di cibo “italiano” da contorno, che pare completare il pasto, ma al contrario e’ un over-quota.

    Gli alimenti tipici della dieta mediterranea pero’ sono altri: si calcoli che in Italia le famiglie acquistano prodotti in maniera standardizzata: si va dai prodotti animali a quelli vegetali, piu’ le bibite alcoliche e analcoliche.

    Proteine, grassi e carboidrati che sono consumati livellatamente, ma con una lieve predominanza nella scelta di alimenti di origine animale, come carne, latte, joghurt, burro, alternando alcune carni col pesce, a seconda della regione di riferimento, e formaggi; in seguito vengono i prodotti di origine vegetale, con alla base olio, ortaggi, cereali, frutta e verdura, con una predominanza della frutta al sud e dell’uva e del vino al nord.

    E’ vero che nella dieta tipicamente mediterranea ad essere importanti sono principalmente i vegetali e gli alimenti “colorati” ma non sono da trascurare i derivati dei cereali e i farinacei, da cui i prodotti da forno, e le carni bianche, in tutte le loro varieta’. Il fatto che ci sia cura nella filiera produttiva del cibo, gia’ di per se’ e’ segno di un miglioramento del modo di intendere il cibo: piu’ vario, in quantita’ piu’ modiche, ma qualitativamente ottimale.

    548

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereDietaDieta mediterraneaVerdurelatticini
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI