La dieta del fantino: esempio per 3 giorni

La dieta del fantino è un regime dimagrante fortemente sbilanciato che può essere seguito per tre giorni volendo perdere alcuni kg in poco tempo. Un esempio prevede pasti e spuntini nei quali si alterna l'assunzione di carne, pesce, uova e formaggi stagionati.

da , il

    Cos’è e come funziona la dieta del fantino? Quale può essere un esempio da seguire per 3 giorni? Questo tipo di regime alimentare, fortemente sbilanciato e in voga negli anni ’70, è finalizzato a perdere peso in poco tempo. I fantini, infatti, per poter gareggiare al meglio seguono un’alimentazione particolarmente controllata perché ogni kg in eccesso incide negativamente sulla prestazione del proprio cavallo. La dieta del fantino è iperproteica, apporta mediamente 1000-1200 calorie al giorno e permette di perdere fino a 3 kg in 3 giorni (principalmente liquidi in eccesso).

    Come funziona

    Chi segue questo regime alimentare deve assumere per 3 giorni unicamente proteine, escludendo qualsiasi altro alimento. La perdita di peso non è reale, dal momento che vengono eliminati principalmente solo i liquidi. Il rischio maggiore, quindi, è quello di recuperare i kg persi già nei giorni successivi, reintegrando l’acqua. La dieta del fantino può essere seguita in vista di un’occasione particolare, volendo perdere un paio di kg in pochissimo tempo, ma non è un regime alimentare che permette di ottenere risultati o benefici duraturi nel tempo. Essendo una dieta fortemente sbilanciata, implica effetti collaterali quali il sovraccarico di fegato e reni e possibili disturbi intestinali. Questo regime alimentare è particolarmente drastico, pertanto va seguito per non più di 3 giorni consecutivi e va evitato in gravidanza. E’ indicato solo per soggetti in buona salute, mentre è sconsigliato per persone con problemi ai reni, fegato ingrossato o predisposte ad ipertensione.

    Esempio per tre giorni

    La dieta del fantino è iperproteica e ipocalorica. Per tre giorni chi la segue deve mangiare unicamente proteine (principalmente carne alla griglia o pesce). Sono concessi le uova e i formaggi stagionati, mentre sono assolutamente vietati la frutta, la verdura, i carboidrati, gli zuccheri, i grassi e le fibre. Un menù tipo può prevedere:

    Colazione: un caffè senza zucchero e un albume d’uovo

    Spuntino: 100 gr di formaggio stagionato

    Pranzo: 150 grammi di carne o pesce magra alla griglia oppure 2 uova

    Spuntino: 1 bicchierino di marsala con 80 g di parmigiano

    Cena: 150 grammi di carne o pesce magro alla griglia oppure 2 uova

    E’ ammessa la carne di vitello, quella di pollo, tacchino e manzo, mentre va evitata la carne di maiale. Nei tre giorni di dieta vanno ruotati gli alimenti permessi, alternando le varie tipologie di carne e pesce con l’assunzione di uova. E’ preferibile scegliere carni bianche e pesce magro, alimento ricco di proprietà benefiche particolarmente indicato in caso di dieta. I cibi possono essere conditi solo con poco sale o con delle spezie, mentre va evitato l’uso sia dell’olio che del burro.