La dieta a 50 anni: consigli per dimagrire

La dieta dopo i 50 anni necessita di attenzioni particolari per dare risultati apprezzabili

da , il

    dieta_delle_donne_a_50_anni

    La dieta a 50 anni? Ecco qualche pratico e semplice consiglio per dimagrire. Quando ci si approccia ad una dieta l’età inevitabilmente incide sul risultato. Il corpo, infatti, negli anni subisce variazioni ormonali e metaboliche, lo stile di vita diventa più sedentario e la muscolatura tende a perdere tonicità. Le possibili conseguenze? Accumulare qualche chilo di troppo e ritrovarsi in sovrappeso senza quasi accorgersene. Ecco, dunque, qualche suggerimento mirato e dei validi trucchi salvalinea per scongiurare tutto questo senza (troppa) fatica puntando sulla costanza, l’alimentazione e l’esercizio fisico.

    Ridurre le calorie

    Negli anni il corpo riduce gradualmente la capacità di bruciare e consumare le calorie. Dopo i 50 anni, quindi, è importante tenere sotto controllo la quantità di cibo ingerito giornalmente, riducendo il consumo di grassi, alcolici e alimenti troppo zuccherati. E’ bene prediligere, al contrario, formaggi e latticini magri e stagionati, carni bianche, uova, pesce e crostacei, legumi, frutta e verdura di stagione. Deve essere limitato anche il consumo di sale e burro e vanno ridotti i condimenti e i cibi fritti. E’ importante bere almeno due litri di acqua al giorno per mantenere la pelle e il corpo correttamente idratati. Gradualmente, inoltre, è utile aumentare l’assunzione quotidiana di proteine, fondamentali per accelerare il metabolismo e mantenere attivo il sistema immunitario.

    Limitare il consumo di carboidrati

    Superati i 50 anni, l’organismo ha maggior difficoltà a metabolizzare i carboidrati. E’ bene limitare, quindi, il consumo di patate, riso, pasta, dolci e prodotti farinacei. Vanno evitati gli snack spezza fame e il cibo spazzatura, ricchi di carboidrati e calorie superflue. Possono essere consumati con moderazione i legumi, cereali e prodotti integrali, meglio se conditi eventualmente con sughi a base di verdura fresca o cotta senza condimenti aggiuntivi. Per evitare di mangiare eccessivamente o in modo disordinato durante il giorno, è una buona abitudine quella di fare dei piccoli spuntini a base di frutta fresca o latticini magri.

    Coltivare nuovi interessi e fare attività fisica

    Per evitare che il metabolismo tenda a rallentare è bene aumentare il consumo energetico incrementando il movimento e l’attività fisica. Coltivare nuovi interessi, uscire con gli amici, i nipoti, il partner, fare passeggiate all’aria aperta o sport aerobici accresce il dispendio calorico impedendo allo stesso tempo di perdere ulteriormente massa muscolare. Fare movimento, inoltre, è un ottimo toccasana per l’umore e permette di concedersi anche delle piccole gratificazioni culinarie ogni tanto (come ad esempio un quadretto di cioccolato) senza rischiare di accumulare peso eccessivo.