La diagnosi precoce utile per contrastare il diabete

La diagnosi precoce utile per contrastare il diabete

La diagnosi precoce ed un trattamento intensivo del diabete, anche con insulina basale, può contrastare l’insorgenza delle complicazioni cardiovascolari ad esso legate

da in Diabete, Diagnosi precoce, Insulina, Malattie, News Salute, Prevenzione
Ultimo aggiornamento:

    diagnosi precoce diabete

    La diagnosi precoce è utile, se non indispensabile, per contrastare il diabete. Regola importante da seguire data la diffusione di tale patologia, oltretutto sempre in aumento. Infatti, è una delle malattie più diffuse al mondo, alcuni dati parlano di 220 milioni, altre fonti di addirittura 350 milioni. Grazie alla diagnosi e trattamento precoce si può contrastare la malattia, innanzitutto, e ridurre e prevenire le complicanze ad essa legate.

    Questo è un chiaro messaggio che gli esperti diffondono nei vari eventi, come ad esempio durante il congresso dell’American Diabetes Association. Gli studiosi hanno verificato che diagnosticando la patologia in tempi brevi e precoci si può ridurre il rischio dell’insorgenza di varie complicazioni. Studi recenti hanno dimostrato che prendere alcuni accorgimenti, come seguire uno stile di vita sano ed equilibrato, sia per quanto riguarda l’alimentazione, l’attività fisica, il non fumare, ma anche correggere la pressione, i livelli dei lipidi, il diabete e seguire le giuste terapie possono ridurre il rischio di malattie cardiovascolari.

    A proposito di terapie, trattare il diabete in modo più intensivo significa anche somministrare l’insulina precocemente. Infatti, utilizzare questo farmaco anche nei pazienti con diabete di tipo 2, aiuta a prevenire le complicazioni cardiovascolari del diabete. Come insulina si deve utilizzare quella basale in modo che riesca a coprire il deficit presente nell’organismo. L’attuale insulina basale è la glarginina, migliore rispetto a quella vecchia, in quanto rende piatta e senza picchi la curva glicemica, coprendo il fabbisogno dell’organismo. Gli studi devono continuare per confermare questo dato.

    326

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DiabeteDiagnosi precoceInsulinaMalattieNews SalutePrevenzione
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI