La crisi economica causa nelle persone anche dei problemi psicologici

La crisi economica causa nelle persone anche dei problemi psicologici

La crisi economica sta causando nelle persone anche dei disturbi a livello psicologico, soprattutto, nei giovani

da in Giovani, Lavoro, Psicofarmaci, Psicologia, Stress
Ultimo aggiornamento:

    crisi economica problemi psicologici

    Negli ultimi mesi non si parla d’altro che di crisi economica, che, purtroppo, sta causando nelle persone anche problemi a livello psicologico ed emotivo. La difficoltà finanziaria che l’Italia sta affrontando provoca un ulteriore stress e preoccupazione che aggiunta alla mancanza di lavoro, e contemporaneamente all’aumento delle tasse mette a dura prova lo stato psicologico di ogni singolo individuo.

    Tutte le fasce di età sono toccate dalla crisi economica, ma quella che sta risentendo di più di questa situazione è quella dei giovani che stanno perdendo qualsiasi speranza per il loro futuro, sia per quanto riguarda il lavoro, costruirsi una propria famiglia, per non parlare di una quasi “inesistente” pensione. Gli stati d’animo sia dei giovani che non hanno lavoro, ma anche di quelli che sono a rischio licenziamento, non sono dei migliori. A livello psicologico tutto ciò provoca ansia, attacchi di panico, preoccupazione, stati di agitazione. Secondo le ultime statistiche il numero di prescrizioni di psicofarmaci (ansiolitici, antidepressivi, stabilizzanti dell’umore) è aumentato. Tutto ciò deve far riflettere e convincere che non bisogna arrendersi, ma rimboccarsi le maniche e con qualche aiuto cercare di uscire da questo momento di difficoltà.

    Ricordiamo che l’ansia, in particolar modo in queste situazioni, ha diversi effetti, e per riuscire a combatterla bisogna saperla riconoscere. A livello fisico, grazie al rilascio di adrenalina, provoca uno stato di generale iperattività, con conseguente insonnia e irrequietezza; a livello psicologico tutto si focalizza su pensieri negativi, di minaccia, di pericolo, sempre in uno stato di allerta e tensione; e tutto ciò si riversa a livello comportamentale evitando di affrontare le situazioni oppure attaccando senza ragionare.

    Uno stato emotivo così deteriorato si riversa anche su altre parti dell’organismo come cuore, stomaco, sistema nervoso in genere. Come risolvere questi problemi? Innanzitutto, parlarne, mai tenersi tutto dentro. Rivolgersi al proprio medico, anche perché l’ansia può essere curata sia tramite terapia farmacologica che non, come ad esempio attraverso la psicoterapia. Il medico valuterà lo stato di ansia, i disturbi fisici e non causati da questa, ed in base a ciò deciderà, sempre interagendo con il paziente, la soluzione migliore. La cosa importante è quella di parlare, di esprimere il proprio disagio, anche perché una soluzione ed un aiuto lo si trova sempre.

    472

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN GiovaniLavoroPsicofarmaciPsicologiaStress
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI