NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

La cocaina danneggia gravemente la salute del cuore

La cocaina danneggia gravemente la salute del cuore

Un importante studio condotto in Toscana ha evidenziato come l’uso di cocaina provochi dei gravi danni al cuore, nonostante l’assenza dei classici sintomi cardiaci

da in Cocaina, Cuore, Malattie cardiovascolari, News Salute, Prevenzione, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    cocaina danneggia cuore

    La salute del cuore può essere veramente ad elevato rischio se si fa uso di cocaina. Nonostante l’azione di questa sostanza non provochi, apparentemente, nessun sintomo è certo, secondo importanti studi, che i danni che provoca sono molto gravi. La mancanza di sintomi aggrava la situazione in quanto non ci si rende conto della grave situazione, non prendendo provvedimenti.

    La relazione tra l’uso di cocaina e i danni cardiaci è il risultato di uno studio condotto dai ricercatori delle Unità di Risonanza Magnetica e di Medicina Cardiovascolare della Fondazione Monasterio-CNR di Pisa, guidati dai dottori Giovanni Donato Aquaro e Michele Emdin. Gli studiosi, per la loro ricerca, si sono appoggiati ai SERT della Toscana, coinvolgendo 40 persone (facenti uso cronico di cocaina), i quali non accusavano alcun sintomo cardiaco, ma che sottoposti a vari esami specifici (risonanza magnetica, ecocardiogramma, elettrocardiogramma e test da sforzo) , il loro cuore presentava tutt’altro. Infatti, in circa l’83% di loro il cuore appariva seriamente danneggiato, presentando gli esiti di un vero e proprio infarto.

    Purtroppo, chi ne fa uso non si rende conto del grave rischio cardiovascolare a cui sta andando incontro.

    La diffusione di questa sostanza è elevatissima, sia per la facile reperibilità sia per i costi, non troppo elevati. Secondo alcuni dati dell’osservatorio di Bruxelles l’Italia è fra i Paesi europei dove il consumo di cocaina è più elevato. È necessario pubblicizzare questi dati e far saper le entità dei danni, sia a livello cerebrale (oramai risaputi) sia a livello cardiovascolare. Il rischio di ischemia, e quindi di infarto, ma anche di morte improvvisa, sono elevatissimi, nonostante non si accusino i classici sintomi.

    332

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CocainaCuoreMalattie cardiovascolariNews SalutePrevenzioneRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI