NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

La causa del batterio killer è costituita dai germogli di fagioli

La causa del batterio killer è costituita dai germogli di fagioli

È stata scoperta la causa della diffusione batterio killer

da in Alimentazione, Batteri, In Evidenza, Infezioni, Mangiar sano, Sicurezza alimentare
Ultimo aggiornamento:

    batterio killer germogli fagioli

    La causa del batterio killer è costituita dai germogli di fagioli. È questo ciò che è stato annunciato da Reinhard Burger, direttore dell’istituto sanitario tedesco per le malattie infettive Robert Koch, dopo che sono state effettuate analisi specifiche, che hanno permesso di raccogliere una serie di indizi, i quali fanno sospettare che non sia solo un’ipotesi.

    È vero che in tema di alimentazione i legumi sono amici del cuore, ma in questo caso forse sarebbe meglio usare un po’ di prudenza. È stato infatti messo in evidenza che alla base della diffusione dell’epidemia di Escherichia coli ci sono i fagioli ed altri legumi, come per esempio i piselli. Si può dire che l’emergenza relativa al batterio killer è stata archiviata con il via libera frutta e verdura? In realtà permane la paura. In ogni caso, l’individuazione della causa specifica dell’epidemia, potrebbe agevolare le strategie da applicare per favorire la sicurezza alimentare.

    Il batterio killer può essere visto come l’ennesimo caso delle emergenze alimentari che hanno gettato nel panico i consumatori.

    Ma gli allarmismi inutili non dovrebbero essere portati avanti. Infatti è stato scoperto che il germogli infettati vengono prodotti dall’azienda Gaertnerhof a Bienenbuettel, che si trova nel nord della Germania e che non effettua esportazioni all’estero. Pertanto gli esperti fanno notare che i prodotti ortofrutticoli dell’Unione Europea sono sicuri.

    Sono in corso ancora delle altre indagini batteriologiche anche sui terreni presi in considerazione, per confermare quella che già sembra essere comunque una certezza. In sostanza i consumatori possono ritornare a mangiare con tranquillità la frutta e la verdura, anche se l’epidemia di infezioni non si può dire ancora conclusa del tutto.

    350

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBatteriIn EvidenzaInfezioniMangiar sanoSicurezza alimentare
    PIÙ POPOLARI