La birra OGM: il caso Budweiser

La birra OGM: il caso Budweiser
da in Alimentazione, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    Budweiser

    La Budweiser al centro delle polemiche dopo la Conferenza su “Sovranita’ alimentare e politica” a causa dei risultati delle analisi sull’utilizzo di prodotti agricoli geneticamente modificati in uno dei suoi stabilimenti di produzione. Si tratterebbe dello stabilimento della Anheuser Busch in Arkansas, dove la Budweiser ha il suo birrificio, che utilizzerebbe appunto del riso OGM.

    I campioni sono stati prelevati e analizzati da un gruppo interno a Greenpeace, che su 4 prelievi avrebbe rilevato una irregolarita’ di materiale transgenico in ben tre campioni.
    Il riso OGM che e’ stato rintracciato nello stabilimento e’ gia’ noto come varieta’ ai laboratori di Greenpeace, che in passato lo avevano rintracciato tra il riso da commercializzare che era depositato nei magazzini di stoccaggio. L’associazione rende inoltre noto che i casi di alimenti OGM, sono all’incirca il 30% del totale, il che significa che quasi un terzo della produzione di alcune categorie di alimento, come appunto il riso, e’ basata su coltura transgenica.
    Aver reso noti questi dati ha causato un effetto molto negativo sull’industria alimentare statunitense, causando specialmente perdite di acquisti nei confronti dei paesi esteri, che non hanno mai autorizzato la commercializzazione di questo tipo di riso.

    Nel caso specifico della birra Budweiser il ritrovamento di riso transgenico causera’ il blocco della esportazione del prodotto finito, blocco che non riguardera’ pero’ l’Italia, poiche’ la Budweiser in Italia e’ prodotta e venduta dalla Heineken.
    Da parte sua Greenpeace dopo aver informato del ritrovamento il laboratorio di produzione della birra, si occupera’ di raccogliere dati ulteriori sull’estensione della contaminazione transgenica e sull’autorizzazione all’uso del riso OGM denominato Bayer, che nel territorio statunitense e’ legittimo, secondo la Budweiser, che pero’ non ha ancora chiarito come la contaminazione tra Bayer e riso non OGM nello stabilimento garantisca al contrario che il prodotto finito esportato non sia soggetto agli OGM.

    390

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI