La bellezza vien dormendo

Il sonno di bellezza non è un'opinione. Nella saggezza delle nonne tante verità, ma oggi anche la scienza conferma l’evidenza dello stretto legame tra bellezza della pelle e tempo/qualità del riposo.

da , il

    bellezza dormendo

    Un sonno ristoratore non solo aiuta il corpo a rigenerarsi, ma permette di ripristinare il corretto equilibrio di ormoni e stimolatori cellulari responsabili della salute della pelle. La melatonina, meglio conosciuta come “ormone del sonno”, svolge un ruolo fondamentale in questo processo, in quanto nelle ore di riposo il nostro metabolismo si modifica. La melatonina viene sprigionata maggiormente di notte, contribuendo alla regolazione dei cicli circadiani (ve ne ho parlato anche qui).

    La melatonina è un ormone prodotto dall’epifisi o ghiandola pineale, secondo una specifica circadianità (ritmo di produzione giornaliera) strettamente dipendente dal ritmo luce-buio.

    La melatonina aiuta a far vivere le cellule, difendendole dall’attacco dei tumori e sincronizzando molti meccanismi biologici. A spiegarlo è il professor Fabio Rinaldi, dermatologo di fama e presidente dell’International Hair Research Foundation.

    La pelle, ad esempio, si protegge dai danni del sole e dai tumori cutanei anche grazie al lavoro di tale ormone che, di notte, è secreto al buio nel cervello e, di giorno, è stimolato dalla luce attraverso la pelle.

    A parte la funzione più conosciuta di regolazione del ritmo sonno-veglia, la melatonina ha altre importanti proprietà:

    • stimola le difese immunitarie e i processi rigenerativi tissutali
    • ripara i danni cutanei causati dai raggi UV e dall’inquinamento
    • contrasta l’azione dei radicali liberi, noti responsabili dell’invecchiamento cutaneo
    • rigenera le cellule che producono il collagene, migliorando anche l’idratazione della pelle

    Privata del sonno, la pelle non può dunque attivare adeguati processi di rigenerazione. Recenti studi hanno dimostrato che esiste una fascia oraria in cui la produzione di melatonina è particolarmente attiva e in grado di svolgere quelle funzioni di regolazione dei meccanismi di controllo dei passaggi dell’acqua attraverso l’epidermide, combattendo i radicali liberi: da mezzanotte alle quattro l’azione antiossidante è massima.

    Un sonno ristoratore dunque è il miglior alleato per la bellezza della pelle, che prima di coricarsi deve essere perfettamente detersa, liberata da impurità, dai cosmetici e ben nutrita.

    Per un sonno duraturo e riparatore è importante andare a dormire sempre alla stessa ora, consumare pasti leggeri la sera e possibilmente entro le 21.00, evitare bevande eccitanti e alcool nelle tre ore che precedono il sonno.

    Importanti anche le caratteristiche dell’ambiente: deve essere ben aerato e senza la presenza di cellulari e tablet accesi, e la scelta di un materasso ergonomico può adattarsi meglio alle proprie esigenze di riposo.