NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

L’importanza delle fibre nelle diete alimentari

L’importanza delle fibre nelle diete alimentari
da in A tutta natura, Fibre
Ultimo aggiornamento:

    fibre

    Le fibre svolgono un ruolo di primaria importanza quando si è a dieta: non solo contribuiscono alla pulizia del tratto intestinale, ma facilitano anche il senso di sazietà. Secondo una recente ricerca, la diminuzione dello stimolo della fame dipenderebbe dalla molecola “acetato” in esse contenuta, in grado di comunicare col cervello. Ma non solo: se da un lato aumentano il volume del cibo ingerito senza aggiungere calorie, dall’altro rallentano i tempi di svuotamento dello stomaco, contribuendo all’eliminazione del colesterolo e riducendo l’assorbimento di carboidrati e grassi. Un autentico toccasana per chi intende perdere peso o mantenersi in forma.

    É ormai assodata l’importanza delle fibre nei regimi dietetici, difatti l’aumento di peso dipende notevolmente dalla tipologia di alimenti ingeriti, non solo dal loro apporto calorico. In tale ottica, i cibi ricchi di fibre risultano tra i migliori alleati di chi intende dimagrire: tra questi rientrano i legumi, i cereali integrali e, ovviamente, la frutta e la verdura.

    La dose ideale si aggira intorno ai 25 grammi quotidiani e può essere raggiunta con un’alimentazione adeguata, arricchita eventualmente da integratori specifici.

    L’importanza delle fibre nell’ambito della dieta è dovuta alle loro innumerevoli proprietà: come premesso, oltre a favorire il corretto transito intestinale, esse aumentano il senso di sazietà. E se l’appetito diminuisce, il peso non può che risentirne positivamente. Inoltre le fibre aiutano ad assorbire meno zuccheri riducendo i livelli di glicemia nel sangue; ciò è fondamentale per evitare il rallentamento del metabolismo e, di conseguenza, diminuire il rischio di sovrappeso. A seconda della tipologia, le fibre agiscono in modi diversi seppure complementari: le fibre solubili, quelle che si sciolgono in acqua, rallentano i tempi dello svuotamento intestinale producendo un composto gelatinoso in grado di aumentare il volume del cibo ingerito; le fibre insolubili favoriscono, invece, l’eliminazione di scorie e tossine, stimolando il corretto funzionamento dell’intestino.

    Contenuto di informazione pubblicitaria

    387

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN A tutta naturaFibre
    PIÙ POPOLARI