L’idratazione è fondamentale, ma molti Italiani non bevono a sufficienza

L'idratazione è fondamentale, ma molti Italiani non bevono a sufficienza, correndo parecchi rischi per la salute, dai crampi all’affaticamento cardiaco

da , il

    idratazione acqua

    Il ruolo dell’idratazione non è affatto trascurabile, ma una recente indagine GfK Eurisko mette in evidenza che sono molti gli Italiani che non bevono acqua a sufficienza. Addirittura il 5% degli intervistati ha dichiarato di non bere acqua. I rischi sono diversi: alterazione della termoregolazione, viscosità del sangue e affaticamento del cuore, comparsa di crampi. Naturalmente la quantità ideale da bere ogni giorno va rapportata allo stile di vita, al clima, all’eventuale attività fisica praticata, ma una cosa è certa: bere acqua è fondamentale per il nostro benessere.

    L’idratazione è l’alleata per combattere la cellulite. Inoltre si è scoperto che l’acqua e il tè sono importanti per la memoria e la concentrazione e che l’acqua ha anche degli effetti non trascurabili sulla pressione.

    Teniamo presente che l’organismo ha bisogno quotidianamente di circa due litri e mezzo di acqua anche in condizione di riposo. Per questo occorre fare attenzione al segnale della sete e bere anche quando non si avverte la sensazione di sete.