NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

L’ictus colpisce una persona ogni sei secondi nel mondo

L’ictus colpisce una persona ogni sei secondi nel mondo

L’ictus è una vera e propria emergenza sanitaria, che colpisce ogni anno migliaia di persone: una persona ogni sei secondi nel mondo

da in Disabilità, Ictus, Malattie, News Salute, Prevenzione, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    ictus, molto diffuso nel mondo

    Numeri davvero spaventosi, quelli che si aggiudica l’ictus cerebrale, sintetizzabili con questo assunto eloquente: nel mondo, una persona ogni sei secondi viene colpita da ictus cerebrale, che sembra non fare troppe distinzioni di sesso, età o condizione sociale. Il dato, dal profilo preoccupante, è stato diffuso nei giorni scori, in occasione della recente VII Giornata Mondiale contro l’Ictus Cerebrale.

    Il 29 ottobre 2011 è stata la VII Giornata Mondiale contro l’Ictus Cerebrale, un’iniziativa per accendere i riflettori sulla malattia, informare e sensibilizzare la popolazione di tutto il globo, promossa dalla World Stroke Organization (WSO) con il patrocinio del Ministero della Salute. Una giornata per riflettere e far riflettere, ma soprattutto, per lanciare un messaggio “forte e chiaro” sull’importanza della prevenzione, come unica strategia davvero vincente contro l’ictus e i suoi tassi di incidenza in rapida e preoccupante crescita.

    Infatti, il messaggio chiave della giornata non poteva essere più esplicito: “l’Ictus Cerebrale è una catastrofe che può essere prevenuta e curata”. L’ictus sale sul podio più triste, aggiudicandosi i primi posti tra i responsabili di invalidità, disabilità e decessi. Numeri alla mano, sono attribuibili all’ictus ben il 10-12% di tutti i decessi che avvengono nell’arco di un anno; è, inoltre, la prima causa d’invalidità e la seconda di demenza con perdita di autosufficienza.


    In Italia sono oltre 200mila i casi di ictus ogni anno e toccano quota 930mila le persone che ne subiscono le conseguenze, convivendo con i segni indelebili lasciati dalla patologia. Contrariamente alla convinzione popolare, l’ictus non è una malattia “da vecchi”: sono circa 10mila i casi, ogni anno, che hanno come sfortunati protagonisti individui under 60, di età inferiore ai 54 anni.

    346

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DisabilitàIctusMalattieNews SalutePrevenzioneSanità
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI