by

L’artrosi cervicale: sintomi

Giovedì 19/03/2009 da Giuliano in Farmaci, Malattie, Nausea, Artrosi cervicale

    Artrosi_cervicale

    Parlare di patologia non è del tutto corretto quando ci riferiamo alla artrosi cervicale, per il fatto che la degenerazione delle prime vertebre della colonna, partendo dall’alto, quelle posizionate in corrispondenza del collo, in maniera progressiva nel tempo è dovuta ad una condizione clinica che può degenerare in malattia quando vengono coinvolte determinati fasci nervosi che una volta stimolati causano dolore al paziente o una serie di sintomi che incidono sulla qualità della vita di chi ne è affetto.

    Detto ciò, diciamo che le manifestazioni riferite ad un’artrosi cervicale cominciano a palesarsi più o meno superati i quarant’anni d’età, c’è tuttavia chi non soffre del problema nemmeno superati i 50 anni e così via, semmai fra i due sessi, a soffrire maggiormente di artrosi cervicale sono gli uomini, entro la prima soglia di età, dopodichè il rischio negli anni di essere afflitti dal problema tende ad equivalersi nei due sessi.

    I Sintomi

    Gli effetti di un’artrosi cervicale conclamata dall’esame obiettivo ad opera del medico di famiglia, in primis e dell’ortopedico su indicazione del primo e seguita per lo più da una serie di radiografie della zona interessata dal problema, sono del tutto soggettivi da paziente a paziente e dipendono dal fatto che le vertebre che risultano danneggiate dall’artrosi tendono a sfregare fra di esse finendo per invadere gli spazi occupati dai nervi che attraversano la colonna.

    Le conseguenze di tali contatti, sempre più marcati via, via che la condizione patologica evolva, vanno dalla sensazione dolorosa durante la roteazione del collo, con rigidità dello stesso a causa del fatto che i muscoli innervati tendono a contrarsi rendendo rigidi ogni movimento. Ma i disturbi non finiscono qui, non è raro assistere alla sensazione di intorpidimento delle mani con formicolio e nelle forme più serie con vere e proprie parestesie che possono interessare anche braccia e spalle.

    Frequenti sono anche i capogiri con vertigini e nausea nei casi più impegnativi.

    Mal di testa e scricchiolii alla base del collo nel tentativo di ruotarlo in ogni posizione, compresa la possibilità che il paziente avverta la presenza di sabbia fra le vertebre, chiaramente non esiste alcuna “ sabbia “, semmai sono sintomi per lo più diffusi e riferiti dal paziente dovuti al fatto che le sporgenze ossee (osteofiti) sulla superficie dei corpi vertebrali danno tale sensazione per lo più fastidiosa se non addirittura tanto dolorosa da costringere il paziente alla immobilità della testa.

    SCRITTO DA Giuliano PUBBLICATO IN FarmaciMalattieNauseaArtrosi cervicale Giovedì 19/03/2009