NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

L’altruismo allunga la vita, alleato di longevità

L’altruismo allunga la vita, alleato di longevità

L’altruismo allunga la vita, dedicare tempo ed energie agli altri è il segreto della longevità, almeno stando a una sperimentazione statunitense, che premia lo spirito altruistico

da in Benessere, In Evidenza, News Salute, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    altruismo allunga la vita

    Vivere più a lungo e meglio? Dedicarsi agli altri, con sincerità, potrebbe essere la mossa giusta: secondo un nuovo studio, pubblicato sulla rivista Health Psychology, l’altruismo allunga la vita, è un vero e proprio alleato della longevità.

    Essere altruisti non solo aiuta a vivere meglio, ma anche più a lungo: ecco quanto emerso da una recente sperimentazione statunitense, che ha evidenziato il legame imprevisto tra l’altruismo e la longevità.

    La conferma di questo legame positivo sono i volontari, le persone che dedicano tempo ed energie agli altri, senza chiedere compensi o nulla in cambio, che vivono più a lungo, ma non solo. Più sono convinti della loro attività di volontariato, più la svolgono con dedizione e convinzione, più la prospettiva di allungare la vita si allunga.

    Il segreto della longevità è l’altruismo, ma quello vero, spontaneo, scevro da condizionamenti o ricerca di soddisfazioni personali: solo i volontari che scelgono queste attività per puro spirito altruistico, di solidarietà, hanno l’effetto “allunga vita” desiderato.


    Gli esperti hanno esaminato i dati provenienti dal Wisconsin Longitudinal Study, condotto analizzando un campione casuale di 10.317 studenti, a partire dal 1957. Nel 2008, i ricercatori hanno verificato quali dei soggetti coinvolti nello studi fosse ancora vivo, evidenziando proprio l’insospettabile legame tra lo spirito altruista e la maggiore aspettativa di vita.

    Esemplificativi i dati della mortalità, rilevati dal 1980 al 1984: nell’arco di questi quattro anni, il 4,3 per cento dei 2384 non volontari era deceduto, più del doppio dei deceduti fra i volontari altruisti, che hanno raggiunto quota 1,6 per cento.

    327

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereIn EvidenzaNews SalutePsicologia
    PIÙ POPOLARI