Ipogeusia: sintomi, cause e rimedi

Ipogeusia: sintomi, cause e rimedi
da in Disturbi
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16/11/2016 07:07

    Pillole

    L’ipogeusia è una condizione legata al senso del gusto, che può provocare dei sintomi da non sottovalutare e le cui cause possono essere importanti: è, quindi, necessario conoscere, il prima possibile, i rimedi tra intraprendere. Cos’è, nel dettaglio, l’ipogeusia? Questa condizione si verifica quando si ha una diminuzione del senso del gusto: si tratta, quindi, dell’incapacità parziale di percepire il gusto e non di una sua totale perdita. Ma qual è la sintomatologia esatta legata a questa particolare patologia? Quali sono le sue cause? Quale il trattamento da seguire per poter giungere alla guarigione? Scopriamo di più in merito.


    I sintomi dell’ipogeusia includono – come anticipato prima – la perdita parziale della capacità di percepire il gusto ed è una condizione che può essere causata da diversi fattori. Il paziente colpito da ipogeusia, dunque, non avverte più correttamente i sapori.


    Quali sono le cause dell’ipogeusia? Questa condizione può essere provocata da traumi, dall’assunzione di alcuni farmaci – che possono provocare alterazioni del gusto – da lesioni ai nervi o ai centri gustativi, dal fumo, dalla glossite – infiammazione della lingua - da alcuni interventi chirurgici, da infezioni della lingua e delle vie respiratorie – come la sinusite o la rinite – dalla paralisi di Bell o dalla stomatite. A compromettere la percezione del gusto possono essere, inoltre, alcuni disturbi e malattie: diabete, ansia, insufficienza renale, insufficienza epatica, tumori, otiti, patologie endocrine – come l’ipotiroidismo – poliposi nasale, neurinoma dell’acustico, herpes zoster oticus, traumi cranici, sclerosi multipla, raffreddori, carenze nutrizionali – come quella di zinco e niacina – danni neurologici, lesioni delle papille gustative, meningite – per cui esiste un vaccino - invecchiamento e riduzione dell’olfatto sono tra questi.


    Alla comparsa di sintomi e segni relativi alla perdita della sensibilità gustativa, è opportuno contattare il medico che – tramite le analisi e gli esami del caso – deciderà la diagnosi e le cure adatte al caso specifico. Oltre all’anamnesi dei sintomi, alla visita medica e alle analisi del sangue, potrebbe essere il caso di procedere con test più approfonditi. La terapia dipende dalla causa sottostante e i rimedi, di conseguenza, potrebbero consistere nell’assunzione o nella sospensione di alcuni farmaci o in altre cure ancora. Infine, la prognosi può dipendere da diversi fattori: dalle cause, dalla gravità della condizione, dalla tempestività nell’intraprendere la cura più adatta, dall’età e dallo stato di salute del paziente. Generalmente, si tratta, comunque, di una condizione transitoria che si risolve da sola in qualche giorno o settimana.

    539

    LEGGI ANCHE