Ipertiroidismo e alimentazione: cosa mangiare per una dieta corretta

Ipertiroidismo e alimentazione: cosa mangiare per una dieta corretta

Ipertiroidismo e alimentazione vanno di pari passo

da in Alimentazione, Ghiandole, Tiroide, ipertiroidismo
Ultimo aggiornamento:

    ipertiroidismo e alimentazione cosa mangiare dieta

    Ipertiroidismo e alimentazione costituiscono un binomio da non sottovalutare, in quanto i due fattori sono strettamente collegati. L’ipertiroidismo consiste in una produzione eccessiva di ormoni tiroidei, con conseguenze che interessano anche il sistema endocrino e il metabolismo. Ecco perché è importante stare attenti a portare avanti una dieta corretta, essendo consapevoli di cosa mangiare e di quali cibi, invece, bisognerebbe evitare. Chi soffre di ipertiroidismo dovrebbe pensare di più ad uno stile di vita sano, che possa includere anche un’adeguata alimentazione. In particolare quest’ultima dovrebbe poter garantire una grande quantità di vitamine e di sali minerali, dovrebbe essere ricca di fibre e allo stesso tempo povera di calorie.

    Cosa mangiare

    La dieta corretta in caso di ipertiroidismo prevede l’assunzione di alimenti, che possano aiutare a rallentare il processo di produzione degli ormoni. In particolare possono essere utili in questo senso alcune verdure, come i broccoli, gli spinaci e le rape. Da preferire sono le verdure della famiglia delle crocifere. Si tratta di broccoli, cavoli, cavolfiori e rucola. Questi ortaggi contengono una sostanza, la quale sembrerebbe essere implicata nella limitazione della produzione di tiroxina. Per beneficiare ancora di più di questa possibilità, le verdure in questione andrebbero consumate crude.

    Se i carboidrati non devono essere troppi e al limite ci si deve limitare a quelli integrali, da non trascurare assolutamente è il consumo della frutta. In questi termini alleati della tiroide sono la papaya, il mango, la pera e la pesca. Non bisognerebbe trascurare nemmeno l’assunzione di proteine. Sono cibi da evitare, invece, tutti quelli che sono in grado di provocare un effetto eccitante, come il caffè, il tè e l’alcool.

    Il sale deve essere consumato con molta moderazione, cercando di non superare il limite di un cucchiaino al giorno. Il tutto include anche i prodotti salati. Allo stesso modo devono essere evitati i formaggi affumicati, le carni grasse, i crostacei e le salse piccanti.

    I consigli

    Per seguire un’alimentazione corretta, bisognerebbe anche seguire alcuni consigli specifici. Per esempio, è importante, in caso di ipertiroidismo, fare dei pasti frequenti e curare l’apporto di iodio, che non deve superare i 40 microgrammi al giorno. A questo proposito è bene ricordare che sarebbe preferibile evitare di utilizzare il sale iodato. Per una dieta adeguata, adatta a chi soffre di ipertiroidismo, bisogna ricordarsi gli alimenti che contengono poco iodio. Fra questi, occorre considerare che i legumi possono andare bene per sostituire la carne. Si possono mangiare i pesci d’acqua dolce e, fra le verdure, anche i pomodori, i fagiolini e i funghi.

    La frutta può comprendere anche l’arancia, l’uva, il melone e il pompelmo. Per quanto riguarda il pane, sarebbe meglio preferire quello non lievitato. I condimenti da utilizzare sono prevalentemente olio d’oliva, burro, erbe e spezie varie, tranne il prezzemolo e il pepe verde. Ci sono anche due rimedi naturali da tenere in considerazione: la valeriana e il tarassaco, che è utile per equilibrare soprattutto la funzionalità del fegato messa in pericolo dall’ipertiroidismo.

    592

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneGhiandoleTiroideipertiroidismo
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI