Ipertensione: ogni paziente ha una cura ideale

Non tutti i farmaci usati per il trattamento dell'ipertensione hanno la stessa efficacia

da , il

    combattere ipertensione

    Combattere l’ipertensione si può e si deve. Si tratta di un attuare un sistema di prevenzione condotto per mezzo dei farmaci giusti, in modo che si possano evitare danni gravi alla salute, come per esempio il rischio di incorrere in ictus e in infarti o la possibilità di riportare conseguenze che riguardano la salute degli occhi o quella dei reni.

    Fino a questo momento le linee guida a proposito della lotta contro l’ipertensione hanno messo in evidenza che tutti i farmaci sono validi per combattere la pressione alta. Oggi invece si stanno facendo avanti nuovi studi che puntano la loro attenzione sul fatto che i farmaci andrebbero scelti in maniera specifica in base ad ogni paziente. Si potrebbe infatti correre il rischio che un farmaco adatto ad un paziente possa rivelarsi non troppo efficace per un altro. Il segreto sta nello scegliere una terapia ideale per ogni individuo.

    In particolare sono alcuni articoli pubblicati sull’ “American Journal of Hypertension” che sottolineano questa necessità. Ma come fare per stabilire qual è la cura giusta per ogni paziente? Basta effettuare delle analisi del sangue che possano chiarire qual il livello di renina. Quest’ultimo è un ormone che viene prodotto dal rene e che svolge un compito non indifferente nel determinare i valori della pressione arteriosa.

    Ai pazienti che presentano alti livelli di renina possono adattarsi i farmaci anti-renina, mentre è opportuno che questi vengano evitati da coloro che hanno una bassa attività reninica. Gli studiosi sono anche riusciti a scoprire che esistono farmaci più o meno efficaci a seconda del gruppo etnico a cui i pazienti appartengono. Dunque sono molti i fattori che devono essere presi in considerazione nel trattamento dell’ipertensione.