Ipertensione: occhio agli zuccheri

Ipertensione: occhio agli zuccheri

In caso di ipertensione, meglio limitare l'utilizzo del sale, ma non solo: un gruppo di ricercatori Usa avverte che anche lo zucchero e le bevande zuccherate sono un pericolo per la pressione

da in Alimentazione, Cuore, Dieta, Malattie, Malattie Cardiache, Pressione, Zuccheri
Ultimo aggiornamento:

    lo zucchero nemico della pressione

    La pressione arteriosa è un valore importante, da tenere sotto controllo, per evitare malattie a carico di tutto il sistema cardiovascolare. Se è da sempre noto il ruolo che svolge in questo senso la corretta alimentazione e, in particolare, il ridotto consumo di sale, gli scienziati avvertono: la pressione arteriosa ha un nuovo nemico, lo zucchero.

    Sotto accusa soprattutto le bibite troppo zuccherate, che imperversano sulle tavole e nei frigoriferi di mezzo mondo. Infatti, un gruppo di ricercatori dell’Università della Louisiana, negli Stati Uniti, ha rivelato che le bevande zuccherine possono alzare la pressione, provocando l’ipertensione e mettendo a rischio la salute del cuore e delle arterie.

    I risultati della ricerca a stelle e strisce, pubblicata sulla rivista “Circulation”, danno un segnale preciso: la riduzione di bevande e di alimenti ad alto contenuto di zucchero è la mossa giusta per tenere la pressione arteriosa sotto i livelli di guardia e prevenire l’ipertensione. Rinunciare ogni giorno a due bicchieri delle gustose bevande zuccherine potrebbe contribuire in modo determinante alla diminuzione del rischio di malattie cardiovascolari.

    La mortalità per infarto potrebbe scendere di circa il 5% e quella per ictus dell’8%.

    I dati clicini di un precedente studio, utilizzati come base per questa ricerca, sono eloquenti: in tutto il campione sottoposto a osservazione, circa 800 adulti, dopo una significativa riduzione del consumo di bibite zuccherate, è stato rilevato un abbassamento della pressione, sia sistolica, registrata durante il battito cardiaco, sia diastolica, quella tra un battito e l’altro.

    Immagine tratta da: mediavaldarno.it

    324

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneCuoreDietaMalattieMalattie CardiachePressioneZuccheri
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI