Ipertensione arteriosa: cioccolato nero riduce la pressione

Ipertensione arteriosa: cioccolato nero riduce la pressione

A questi pazienti è stata associata alla normale terapia antipertensiva la somministrazione di 6,3 grammi al giorno di cioccolato nero per 18 settimane, una quantità tale da contenere 30 mg di polifenoli, mentre ad un altro gruppo circoscritto di pazienti è stata data analoga quantità di cioccolato bianco privo di polifenoli

da in Cioccolato, Farmaci, Infarto, Ipertensione, Malattie, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    cioccolato nero

    Immaginiamo che bella cura potrebbe mai essere quella che in luogo di compresse, fiale e sciroppi vari, desse la possibilità di curarsi col gustosissimo cioccolato nero. Figurarsi se poi tale scelta terapeutica dovesse attuarsi per tutta la vita perché intesa come rimedio contro le malattie croniche, come ad esempio è l’ipertensione arteriosa.

    Eppure, tale possibilità non è destinata a riempire le pagine di un libro di fiabe per bambini, quanto invece qualche moderno trattato di terapia medica alla voce diagnosi e cura dell’ipertensione arteriosa e malattie cardiovascolari. Lo avrebbero accertato scienziati dell’Ospedale Universitario di Colonia in Germania che hanno effettuato un lavoro scientifico su 44 pazienti di età compresa fra 56 e 73 anni divisi in un gruppo di 24 donne e 20 uomini, tutti affetti da ipertensione arteriosa non associata ad imminenti fattori di rischio cardiovascolare e preipertensione arteriosa, intendendo per tale situazione quei soggetti che, pur non manifestando episodi conclamati di ipertensione, hanno una predisposizione familiare che li induce a correre tale rischio o presentano valori pressori diversi nelle diverse fasi della giornata che tendono all’ipertensione.

    A questi pazienti è stata associata alla normale terapia antipertensiva la somministrazione di 6,3 grammi al giorno di cioccolato nero per 18 settimane, una quantità tale da contenere 30 mg di polifenoli, mentre ad un altro gruppo circoscritto di pazienti è stata data analoga quantità di cioccolato bianco privo di polifenoli.

    I risultati al termine dello studio sono stati eclatanti, potendo dimostrare che il dosaggio di cacao e dunque di polifenoli detenuti dal cacao che costituisce l’ingrediente di base del cioccolato nero, ha effetti terapeutici evidenti sull’abbassamento della pressione, mentre il cioccolato bianco privato di polifenoli non determina alcun effetto nell’abbassare la pressione arteriosa.

    In particolare si osservava che dopo 18 settimane dall’assunzione di cioccolato nero si assisteva ad un abbassamento della pressione arteriosa così quantificato; 2,9 mmHg di mercurio per quanto riguarda la pressione sistolica e 1,9 mmHg per quanto attiene alla diastolica,senza cambiamenti nel peso corporeo, livelli plasmatici di lipidi, glucosio ed 8-isoprostano.I dati ottenuti da questo piccolo campione di individui sani con pressione al di sopra dell’ottimale, hanno mostrato che piccole quantità di cioccolato nero ricco di polifenoli riduce la pressione sanguigna.

    415

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CioccolatoFarmaciInfartoIpertensioneMalattieRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI