Ipertensione arteriosa: anche dalle alghe una cura

Ipertensione arteriosa: anche dalle alghe una cura
da in Colesterolo, Farmaci, Ictus, Ipertensione, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    alghe

    Che la pressione alta sia un vero flagello dei tempi moderni lo sappiamo tutti, si pensi alle tante conseguenze a livello cardiovascolare che derivano dall’ipertensione arteriosa; oggi la medicina ha messo a punto farmaci sempre più attivi per riportare la pressione alla normalità, ma il mondo scientifico si interroga sempre di più sulla necessità di ricavare nuove molecole farmacologiche da ciò che offre la natura e la constatazione che dalle alghe si possa ricavare qualche altro presidio conforta non poco.

    E’ infatti di questi giorni la notizia che sarà possibile ricavare dal mondo marino e dalle alghe in particolare sostanze farmacologicamente attive che si oppongano alla ipertensione arteriosa e all’ipercolesterolemia. A tale risultato sarebbero giunti ricercatori israeliani della Ben-Gurion University di Negev, guidati dal professor Zvi HaCohen.

    Secondo gli scienziati dai corsi di acqua dolce e non soltanto dal mare si potrebbe ricavare un’alga chiamata IKG-1 un’ alga mutante che deterrebbe importanti quantità di un acido grasso polinsaturo, l’acido DGLA dalle grandi proprietà antinfiammatorie, in qualche modo simile agli Omega 6.


    Ma tali alghe stuzzicano ancora di più la fantasia degli scienziati per gli effetti che avrebbero nell’agire sulla pressione arteriosa degli individui, non tanto come sostituti dell’attuale terapia antipertensiva, semmai come vero e proprio complemento dell’attuale terapia, così come si sarebbe visto che analogo provvedimento terapeuitico complementare potrebbe essere applicato per opporsi all’eccesso di colesterolo nel sangue, leggi…. nella prevenzione delle malattie cardiovascolari; ictus e infarto in testa.

    308

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ColesteroloFarmaciIctusIpertensioneMalattie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI