NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Invecchiamento: il ruolo delle cellule staminali

Invecchiamento: il ruolo delle cellule staminali

Un nuovo studio condotto negli Stati uniti apre nuove prospettive anti - invecchiamento che implica il ruolo considerevole delle cellule staminali indotte

da in Benessere, Cellule staminali, Invecchiamento, Primo Piano, Ricerca Medica, Ricerca scientifica
Ultimo aggiornamento:

    cellule embrionali

    Le cellule staminali possono essere soggette a molte applicazioni, nell’ambito delle quali sono state condotte anche ampie discussioni che hanno visto l’esprimersi di pareri anche contrastanti. Ma la ricerca scientifica non si ferma e un nuovo studio condotto negli Stati Uniti ha aperto nuove prospettive in proposito.

    Queste prospettive si configurano come interessanti. I risultati dello studio promettono che in futuro potranno essere messe a punto nuove strategie per fare in modo che regredisca in processo di invecchiamento. Lo studio in questione ha riguardato le cellule staminali indotte, che hanno caratteristiche molto simili a quelle delle cellule staminali embrionali e che che sembrano essere soggette ad un invecchiamento prematuro. Una caratteristica che non spinge all’uso di queste cellule, visto che presentano un intrinseco svantaggio.

    Una serie di strutture pubbliche e private degli Stati Uniti sono state coinvolte nel portare avanti un’apposita ricerca che facesse chiarezza sulla questione. La ricerca ha avuto il merito di verificare cosa accade nei telomeri.

    Si tratta di quelle strutture che si trovano all’estremità dei cromosomi e che possono essere intesi come un vero e proprio segnale in relazione all’invecchiamento, visto che sono soggette ad un fenomeno di accorciamento ogni volta che avviene il processo di riproduzione cellulare.

    I ricercatori hanno confrontato il processo nelle cellule staminali embrionali con quello che si verifica nelle cellule staminali indotte. Si è potuto riscontrare che in alcune di queste ultime cellule i telomeri si accorciavano velocemente, mentre in altre erano in grado di conservarsi a lungo. Una scoperta che potrebbe rivelarsi utile per mettere a punto specifiche strategie contro l’invecchiamento.

    Immagine tratta da: 100classi.net

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCellule staminaliInvecchiamentoPrimo PianoRicerca MedicaRicerca scientifica
    PIÙ POPOLARI